Taglia in costi della bolletta luce: scegli l'offerta più vantaggiosa per te

Come tagliare i consumi dell'elettricità in casa - Video Guida

Le famiglie si chiedono sempre più spesso come tagliare i consumi dell'elettricità nella propria casa. Una delle soluzioni possibili è quella di installare un impianto fotovoltaico. Ne parla l'esperto d'energia Paolo Sansone a Class TV. 

Paolo Sansone spiega a Class Tv come risparmiare sull'elettricità in casa - Testo Integrale


Oggi parliamo di elettricità e ne parliamo in compagnia degli esperti di SuperMoney.eu, il sito di confronti. Bentrovato a Paolo Sansone. Buongiorno Paolo. Senti, gli italiani consumano minore energia elettrica, stando ai dati. Cosa succede? È la crisi?

Probabilmente sì. Terna ha fatto questa indagine e ha misurato che rispetto a 12 mesi fa, all’ottobre dell’anno scorso, abbiamo consumato il 2,7% in meno dell’energia elettrica. Probabilmente è dovuto a una riduzione dei consumi, a una razionalizzazione dei consumi, proprio dovuta alla crisi, ma probabilmente ci possono essere anche altri fattori.

Per esempio il risparmio, no, il risparmio energetico. Ma per risparmiare energeticamente bisogna consumare meno, sicuramente, questo magari lo stiamo imparando a fare tutti, o installare ad esempio anche un impianto fotovoltaico.
Certamente il risparmio può essere una delle motivazioni  per una riduzione del consumo, sia perché è aumentato il fabbrisogno soddisfatto dal fotovoltaico, il fabbrisogno nazionale, siamo ormai arrivati a superare il 7,5% quindi sta sostanzialmente aumentando la diffusione del fotovoltaico e questo ovviamente riduce anche in parte i consumi di energia elettrica andando a sostituire o integrare il consumo della famiglia.

Perché quello è un impianto personale, casalingo, diciamo, no?
Esattamente. Può servire ad esempio al riscaldamento dell'acqua, la funzione sicuramente più diffusa, e quello ci permette eventualmente di risparmiare o sul gas o sull'energia elettrica a seconda del metodo con cui riscaldiamo.

C'è un grande parlare con questi impianti fotovoltaici ma alla fine la nostra domanda è: convengono davvero? Nel senso, riesco davvero ad ammortizzare le spese di installazione del fotovoltaico
In un certo numero di anni con tutti gli incentivi che ci sono stati offerti sicuramente sì, soprattutto o nei grandi condomini dove c'è tanta superficie da poter sfruttare o nelle case monofamiliari in cui magari abbiamo un bel tetto a disposizione, con una buona esposizione al sole. Sicuramente è un buon metto e ci permette negli anni di rientrare nel costo che ci sta facendo sostenere. Sicuramente aiutiamo anche l'ambiente perché andiamo a consumare meno energia da carburanti fossili sostituendola col fotovoltaico. 

In Italia ci sono tante grandi città, però è anche vero che l'Italia è il paese dei piccoli centri, delle campagne. Chi vive in una situazione del genere, effettivamente potrebbe giovarne molto. Potrebbe coprire diciamo non proprio tutto il consumo della casa, almeno dell'acqua calda sicuramente e risparmiando sulla bolletta. Però l'impianto non ci permette di staccarci dal servizio di maggior tutela.
No, non è sufficiente perché quasi mai un impianto domestico è sufficiente a rendere appunto autosufficiente la famiglia, però questo ci permette di abbassare fortemente i consumi che abbiamo, o addirittura nei momenti in cui abbiamo l'eccesso di produzione rispetto a quello che stiamo consumando possiamo immettere in rete anche l'energia e quello ci permette anche poi di avere una riduzione su quella che eventualmente andiamo a consumare in maniera maggiore in un momento successivo. 

Ma con un operatore del libero mercato?
Sì, anche con un operatore del libero mercato. Comunque viene sempre gestita a livello di rete nazionale: noi immettiamo e abbiamo sempre un ritorno quantificato ovviamente in maniera monetaria. In maniera più piccola non ci viene remunerato lo stesso rezzo che noi andiamo a pagare per l'energia consumata, però ci permette di andare a bilanciare la bolletta, quindi quando possiamo sfruttare l'energia da noi prodotta di fatto non utilizziamo quella acquistata sul mercato. Quando invece non la utilizziamo possiamo immetterla quindi ridurre ulteriormente il costo che stiamo andando a pagare nella nostra bolletta. Oltre a questo ci sono anche altri fattori probabilmente che hanno una certa influenza sul risparmio e sicuramente sono tutti quegli elettrodomestici che ormai sono sempre più efficienti, che consumano sempre meno energia. Gli italiani stanno diventando sempre più sensibili anche a queste tematiche, anche perché ci sono gli incentivi per l'acquisto di elettrodomestici efficienti, per renderli più efficienti da un punto di vista energetico le nostre case. Pensiamo banalmente anche alle lampadine a basso consumo, che ormai stanno diventando sempre più diffuse. Tutte queste piccole cose probabilmente giustificano una riduzione dell'energia elettrica consumata. 

Anche cambiare operatore può far risparmiare, come succede per le telefonate?
Quello non riduce il consumo di energia elettrica ma riduce sostanzialmente la bolletta

Perché se cambio è per un'offerta migliore. 
Certamente.

Quando la scelgo a cosa devo stare attento?
Dobbiamo stare attenti ovviamente alle condizioni contrattuali perché le offerte del libero mercato sono sempre più convenienti del servizio di maggior tutela. Dobbiamo stare attenti a quali sono veramente le nostre esigenze, come sempre anche in questo caso, e dobbiamo stare attenti a quali sono le offerte. Tipicamente vengono offerti dei prezzi che per 12 o 24 mesi possono essere convenienti, ma dobbiamo vedere cosa succede dopo.  Nel cosa succede dopo vediamo eventualmente di cambiare di nuovo operatore. 

Vi rimando al sito SuperMoney.eu per ulteriori informazioni su questo ed altri argomenti riguardanti il risparmio. Salutiamo Paolo Sansone che è stato qui con noi a spiegarci l'argomento di oggi.