Da oggi 20 maggio, dopo un periodo di formazione, entrano in azione sull'intero territorio nazionale i tutor per l'energia domestica (Ted), ovvero quella figura professionale che fornirà un'assistenza diretta ai consumatori in povertà energetica. I primi 100 tutor per l'energia domestica sono già operativi e faranno da supporto ai 'consumatori vulnerabili', in un progetto che rientra nell'ambito di quello europeo più ampio, denominato ASSIST. Nello specifico, ASSIST mira a contribuire alla lotta al fenomeno (crescente) della povertà energetica, grazie alla creazione del modello ASSIST.

Energia: la figura del tutto

La presentazione delle prime nuove figure professionali è avvenuta oggi nel corso del workshop 'Ruoli e azioni del Ted', nel quale si è discusso delle diverse problematiche presenti sul territorio, approfondendo le iniziative da intraprendere per affrontare al meglio la lotta alla povertà energetica. In esame anche la piattaforma che consentirà ai Ted di poter consultare le informazioni, ma anche scambiare esperienze in merito ai vari casi presenti sul territorio nazionale. Un lavoro di squadra, che consentirà ai tutor di affrontare al meglio le varie problematiche presenti nelle diverse realtà con le quali si troverà a collaborare.

La figura del tutor darà un supporto completo ai consumatori in povertà energetica. Quest'ultimi saranno aiutati sia a domicilio che tramite helpdesk. Il fine è quello di educarli a un corretto ed efficiente consumo dell'energia elettrica e gas. Inoltre, i tutor saranno fondamentali per seguire i consumatori nella procedura per l'ottenimento del bonus sociale energia. La presenza dei Ted sarà inoltre di sostegno agli inquilini in edilizia sociale.

Come detto, la figura del tutor è stata formata ad hoc per poter lavorare abilmente in numerosi contesti. Dovendo essere una figura di riferimento, i tutor sono dei professionisti provenienti da diversi contesti sociali, appunto per poter meglio interagire con ogni tipologia di consumatore. Si va da figure provenienti da associazioni per la difesa dei consumatori, passando per gli operatori di enti del settore sociale, grande distribuzione, scuole e dipendenti del settore energetico.

Tali figure lavoreranno con un unico obiettivo: quello di aiutare i consumatori a gestire al meglio i consumi così da poter ridurre il costo delle bollette.