La Legge di Bilancio 2019 ha confermato e prorogato fino al prossimo 31 dicembre il Bonus Ristrutturazione Casa che consente di ottenere delle detrazioni fiscali per gli interventi di ristrutturazione effettuati nella propria abitazione e finalizzati a garantire un maggiore risparmio energetico. Ciò vuol dire che fino al 31 dicembre 2019 tutti i cittadini potranno beneficiare della detrazione del 50% delle spese sostenute, fino ad un massimo di spesa di 96.000euro, attraverso 10 quote annuali di pari importo.

Oltre al Bonus Ristrutturazione Edilizia, l'ultima legge di Bilancio ha riconfermato per il 2019 anche il Bonus Mobili ed Elettrodomestici, il Bonus Verde Urbano, l'Eco Bonus, il Bonus Caldaia, il Bonus Condominio e il Sisma Bonus, per quest'ultimo la proroga è stata confermata fino al 2021.

Come funziona il Bonus Ristrutturazione Casa 2019?

Grazie al Bonus Ristrutturazione Casa, tutti i contribuenti che hanno sostenuto delle spese per ristrutturare casa o per garantire un maggiore risparmio energetico potranno beneficiare di uno sconto IRPEF o IRES del 50%. La detrazione sarà ripartita nel corso dei dieci anni successivi rispetto alla data in cui è stata effettuata la ristrutturazione e attraverso quote dello stesso importo. A partire dal 2020, la detrazione scenderà al 36% e per un tetto massimo di spesa di 48.000 euro.

Per accedere al Bonus Ristrutturazioni 2019 occorre effettuare tutti i pagamenti attraverso bonifici bancari o postali, carta di credito o debito, o attraverso un finanziamento, per garantire la massima trasparenza e tracciabilità. Inoltre, è necessario che nella causale vengano indicate le specifiche della spesa sostenuta e il riferimento normativo. Solo in questo modo le spese potranno essere indicate in dichiarazione dei redditi e portate in detrazione.

Bonus Casa 2019: quali sono le ultime novità?

Nonostante le voci circolate ad inizio dell'anno minacciavano una possibile revoca delle detrazioni fiscali, l'ultima Legge di bilancio ha confermato anche per il 2019 l'intero pacchetto di detrazioni previste dal Bonus Casa. Le detrazioni fiscali per il 2019 prevedono:

Bonus Casa: detrazioni del 50% per un tetto massimo di spesa di 96.000euro, da ripartire in 10 quote annuali.

Bonus Verde: detrazioni del 36% per gli interventi eseguiti dai privati e dai condomini finalizzati mirati al miglioramento degli spazi comuni e del verde pubblico.

Ecobonus: detrazioni del 65% per un tetto massimo di spesa di 100 mila euro, per tutti gli interventi finalizzati al risparmio energetico. Le detrazioni saranno estese anche alle abitazioni popolari. Per il Bonus Caldaie 2019, le detrazioni sono previste per l'acquisto di modelli ad alta efficienza energetica e per i modelli a condensazione di classe A.

Bonus Mobili e Elettrodomestici: le detrazioni previste sono del 50%, rientrano in questa categoria anche le zanzariere, l'acquisito di tende da sole, finestre ed infissi.

Bonus Condomini: le detrazioni possono variare in base al tipo di intervento e in base al livello di efficientamento energetico raggiunto, fino ad un massimo del 75% ed erogate nel corso di 5 anni. Oltre al rifacimento delle facciate degli edifici, comprese terrazze e balconi, il bonus riguarderà anche gli interventi per la rimozione dell'amianto dai tetti degli edifici. Inoltre, per gli interventi che prevedono sia gli interventi previsti dagli Ecobonus sia quelli previsti da Sisma bonus le detrazioni potranno raggiungere il valore massimo dell'85% nel caso in cui l'intervento effettuato garantisca una riduzione della classe di rischio dell'edificio.