L'arrivo del nuovo anno non sembra portare buone notizie agli italiani, soprattutto per le loro tasche. Dopo gli aumenti di luce e gas dello scorso ottobre, con una crescita complessiva delle spese per le utenze domestiche di circa 90euro, anche il 2019 potrebbe prevedere dei rincari in bolletta e questa volta non necessariamente legati all'aumento dei prezzi delle materie prime di luce e gas.

In quell'occasione l'Autorità per l'Energia (Arera) aveva deciso di limitare gli effetti dei rincari di luce e gas bloccando delle spese previste per gli oneri generali di sistema. Una scelta che sul lungo periodo ha generato un buco di circa due miliardi che adesso dovranno essere recuperati a partire da gennaio 2019. Ciò vuol dire che le bollette di luce e gas del 2019 quasi sicuramente saranno destinate ad aumentare anche nel caso in cui il costo delle materie prime dovesse rimanere invariato.

Bollette 2019: quali conseguenze per gli utenti?

Secondo uno studio condotto da un'associazione per la difesa dei diritti dei consumatori, lo sblocco dei costi legati agli oneri generali di sistema provocherà un aumento delle bollette del 9%, pari a 50 euro in più per ogni famiglia. Un provvedimento che sarà applicato a partire dal mese di gennaio, e che probabilmente sarà esteso a tutte le bollette emesse nel corso l'anno appena iniziato

Per dare un'idea concreta degli aumenti, il Codacons ha stimato che ogni italiano paga per le sole voci "imposte e oneri" una media di 38.68 euro per l'utenza gas e di 27.62 euro per la luce su ciascuna bolletta emessa. Estendendo il discorso alla spesa annuale, vuol dire che una spesa media di energia elettrica di 550 euro comprende 150 euro di sole tasse, mentre una spesa di 1000 euro per il gas include mediamente 400 euro di tasse. Un primato tutto italiano, che colloca il Bel Paese tra i primi posti nella classica dei Paesi maggiormente tassati in Europa.

Cosa indicano gli oneri generali di sistema in bolletta?

Le spese per gli oneri generali di sistema coprono i costi previsti per la gestione del sistema elettrico e del sistema gas. Il costo complessivo degli oneri di sistema è dato dalla somma di diverse voci che si differenziano in base al tipo di fornitura. L'importo degli oneri di sistema è stabilito dall'Autorità ed esteso a tutti i fornitori, si compone di una quota fissa e di quota una variabile, direttamente proporzionale ai consumi di luce e gas.