Chi non possiede un condizionatore può rinfrescare casa durante la stagione estiva ricorrendo a dei metodi alternativi. Per abbassare la temperatura interna in modo davvero efficace bisognerebbe intervenire anche sulle superfici esterne di un edificio, scegliendo con cura la tipologia di materiale e perfino il colore delle pareti. In questo modo gli effetti saranno duplici: sarà possibile migliorare il livello di comfort degli ambienti interni e ridurre i consumi di energia elettrica.

Rinfrescare casa partendo dall'esterno

Un buon sistema di isolamento termico (in gergo tecnico coibentazione termica) può contribuire a mantenere gli ambienti interni freschi anche durante la stagione estiva, impedendo che il calore penetri all'interno. Grazie alle moderne tecnologie costruttive è possibile isolare soffitti, pareti e pavimenti in modo efficace, garantendo una temperatura interna di 20°C.

A chi piace trascorrere del tempo all'aria aperta, può dotare i balconi e le verande di ombrelloni da esterni, tende da sole e piante in grado di fare ombra.

Come abbassare la temperatura in casa senza usare il condizionatore

La prima regola per abbassare la temperatura interna è chiudere le porte, le finestre e le persiane durante le ore più calde della giornata per impedire che l'aria calda possa entrare. Aprirle invece nelle prime ore del giorno consentirà non solo di ricambiare l'aria, ma anche di approfittare delle temperature più fresche del mattino.

Ridurre l'impiego del forno, dei fornelli e di tutti i dispositivi elettrici in grado di emettere calore e vapore è un altro rimedio infallibile. In estate è meglio adottare un'alimentazione leggera e fresca, e prediligere cibi che richiedono tempi di cottura piuttosto rapidi.

Fare delle docce fresche al mattino contribuirà non solo ad abbassare la temperatura corporea ma anche a limitare la presenza di umidità nell'aria. Anche la scelta di tessuti freschi può dare un senso di freschezza e di benessere. Meglio usare fibre naturali, come lino e cotone, e prediligere colori chiari, in grado di riflettere la luce solare.

Da leggere: Quanto incide un ventilatore sulla bolletta?

Come usare il ventilatore

Il ventilatore è una soluzione decisamente più economica dei condizionatori ma comunque efficace. Disponibile in diverse varianti (da terra, da tavolo, da soffitto, rotante, trasportabile e senza pale), il ventilatore garantisce dei consumi di energia elettrica decisamente più contenuti.

Per ottimizzarne l'impiego si può porre una ciotola con del ghiaccio davanti alle pale. In questo modo si potrà sfruttare lo stesso principio di funzionamento dei condizionatori, generando subito dell'aria fresca.

Qualunque sia il modello scelto, il ventilatore non richiede particolari procedure di manutenzione. Anche i costi di installazione previsti per i modelli da soffitto sono comunque ridotti.