Il Bonu Gas è un’agevolazione economica riconosciuta a tutte le famiglie numerose, che vivono una situazione di disagio economico e non riescono a provvedere ai pagamenti delle bollette. Introdotto dal Governo, e reso operativo dall’Autorità per l’Energia in collaborazione con i Comuni, il bonus gas garantisce uno sconto sugli importi delle bollette del gas e del riscaldamento, ma solo in presenza di alcuni specifici requisiti.

Da leggere: Come leggere la bolletta del gas nel modo giusto

Cos’è il bonus gas e a cosa serve?

Introdotto per la prima volta nel 2009, il bonus gas è un regime di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di gas, garantito anche per il 2018. Grazie a questo strumento, tutti gli intestatari di contratti di gas naturale potranno beneficiare di uno sconto sugli importi delle bollette.

Questa forma di agevolazione è riconosciuta a tutti i clienti domestici diretti (intestatari di un contratto individuale) e indiretti (serviti da un impianto di riscaldamento condominiale centralizzato), appartenenti sia al libero mercato dell’energia sia al servizio di maggior tutela. Sono invece escluse le forniture di GPL e di gas in bombole.

Quali sono i requisiti richiesti?

Per accedere a questa forma di agevolazione occorre dimostrare di essere in possesso di dei requisiti previsti, che prevedono nello specifico:

  • un reddito familiare non superiore agli 8.107,5€;
  • nel caso di famiglie con più di tre figli a carico, il limite di reddito è di 20.000€;
  • essere dotati di un misuratore gas di classe non superiore al 6G (considerando che la classe usata negli appartamenti è pari al 4G).

Come presentare la domanda per il bonus gas?

Per richiedere il bonus gas occorre compilare l’apposita modulistica disponibile presso il proprio Comune di Residenza, o gli altri Enti designati, o ancora scaricabile dal SGAte (il sistema informativo che consente di gestire tutte le richieste). In alternativa è possibile usare il Modello A, che consente di presentare un’unica richiesta per accedere sia al bonus gas sia al bonus luce, definito anche Bonus Sociale.

A quanto ammonta il bonus gas?

Il bonus garantisce un risparmio del 15% sulle spese annuali di fornitura (al netto delle spese). L’importo viene aggiornato ogni anno e comunicato dall’Autorità per l’Energia. Il bonus gas varia a seconda di alcune variabili:

  • il numero di persone che compongono il nucleo familiare;
  • la zona geografica di residenza;
  • le modalità d’impiego: riscaldamento, acqua calda o cottura cibi.

Il bonus gas viene suddiviso in 12 rate, il cui importo viene detratto direttamente dalla bolletta in cui sarà indicato lo sconto praticato in relazione ai consumi registrati in quel periodo. Questa modalità viene applicata ai clienti diretti, ovvero intestatari di contratti gas.

Per i clienti indiretti, che quindi si servono di un impianto di riscaldamento centralizzato, il bonus gas viene erogato attraverso un bonifico. Sarà il SGAte, Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle tariffe energetiche, a comunicare l’accettazione della richiesta e la data in cui sarà effettuato il versamento.