Tra le tante novità introdotte dalla Legge di Bilancio del 2018 rientrano la proroga del Bonus Energia, le agevolazioni fiscali per gli interventi di ristrutturazione finalizzati al miglioramento energetico degli edifici e per l'acquisto di mobili. Un'ulteriore forma di agevolazione sarà il Bonus Verde garantito a tutti coloro che decideranno di effettuare degli interventi alle aree verdi scoperte di edifici e immobili esistenti. L'obiettivo degli interventi sarà comune: innalzare il livello di efficienza energetica degli edifici con un miglioramento del contesto generale.

Da leggere: Ecobonus 2017: si fa concreta l'ipotesi di rinnovo per il nuovo triennio

Come funzionano il Bonus energia e le agevolazioni fiscali 2018?

ll bonus energia, meglio conosciuto con il termine Ecobonus, garantirà una proroga del bonus mobili e ristrutturazioni e consentirà di ottenere delle detrazioni fiscali sulla spesa finale. Nello specifico: per gli interventi di ristrutturazione le detrazioni saranno del 50% per una spesa massima di 96.000. Se per i lavori effettuati fino al 31 dicembre 2017 la detrazione fiscale sarà pari al 65%, ma a partire dal 1° gennaio 2018 lo sconto sarà differenziato in base agli obiettivi reali di risparmio energetico raggiunti.

Per l'acquisto di mobili la detrazione sarà comunque del 50% ma su una spesa massima di 10.000 euro. L'arredamento dovrà però essere destinato all'immobile oggetto di ristrutturazione. Le agevolazioni fiscali riguarderanno anche gli interventi effettuati nelle parti comuni dei condomini fino ad un importo massimo di 5 mila euro ad appartamento, a condizioni che i pagamenti vengano effettuati attraverso dei sistemi che garantiscano la tracciabilità e la trasparenza.

Con il Bonus verde sarà possibile ottenere delle agevolazioni del 36% per una spesa fino a 5.000 euro, per tutti gli interventi finalizzati al miglioramento delle aree scoperte di edifici e immobili esistenti. Non solo acquisto di piante, ma anche impianti di irrigazione, costruzione di pozzi e sistemi di copertura.

Bonus luce e gas 2018: come richiederli?

La legge di Bilancio conferma le agevolazioni sui costi delle bollette di luce e gas previsti per le famiglie a basso reddito ma apportando delle variazioni che saranno applicate a partire dal 1° gennaio 2018. Per ottenere il bonus luce e il bonus gas sarà ancora necessario possedere degli specifici requisiti, primi fra tutti un reddito ISEE non superiore a 8.107,5 euro o di 20.000 per le famiglie con più di 3 figli a carico. Oltre a questa documentazione, alla domanda di bonus bisognerà allegare la DSU 2018, dichiarazione unica sostitutiva, completa del valore ISEE, rilasciata dall'INPS.