Per risparmiare sulle bollette del gas bisogna non solo selezionare una tariffa conveniente e in grado di soddisfare le proprie esigenze, ma anche scegliere un sistema di riscaldamento funzionale, in grado di ottimizzare al massimo l'impiego delle risorse energetiche. Le pompe di calore possono rappresentare una soluzione efficace, un valido compromesso tra risparmio e confort all'interno della propria abitazione.

Da leggere: Come scegliere l'impianto di riscaldamento migliore?

Come funzionano le pompe di calore?

Tra le tante soluzioni che potrai adottare per ridurre i consumi di energia elettrica, potrai senza dubbio considerare i vantaggi offerti da una pompa di calore. Oltre alla possibilità di utilizzare questo dispositivo tutto l'anno, durante l'inverno per riscaldare casa e durante l'estate per rinfrescare gli ambienti, potrai godere anche di alcuni vantaggi economici. Infatti, grazie agli incentivi statali potrai ricevere anche delle agevolazioni fiscali sul prezzo di acquisto. Scopriamo tutti i dettagli

Una pompa di calore aria acqua ha un costo piuttosto abbastanza variabile, infatti dipende dal modello e dalla potenza. Questi dispositivi sono solitamente venduti ad un prezzo più alto rispetto a quello previsto per un normale condizionatore, con costi che possono toccare anche gli 8.000 - 12.000€, comprensivi dell'installazione dell'impianto. Esistono diversi tipi di pompe di calore: quelli aria-aria, meno efficienti, con un costo inferiore; e quelli geotermici, in grado di riscaldare anche gli ambienti più freddi durante l'inverno, con un costo che può sfiorare anche i 20.000€.

I vantaggi delle pompe di calore

Il primo vantaggio offerto da una pompa di calore aria-acqua è di natura economica e deriva dalla possibilità di detrarre i costi sostenuti per l'installazione. Queste spese sono detraibili in larga parte dall'IRPEF per il 65% dei costi totali, che saranno poi rimborsati nell'arco di 10 anni. In questo modo sarà possibile ammortizzare la spesa iniziale e guadagnare nel lungo periodo dal punto di vista dei consumi.

Infatti l'altro grande vantaggio delle pompe di calore riguarda la possibilità di ridurre i consumi, grazie alla possibilità di impiegare energia termica, sfruttando sorgenti esterne come: aria, acqua o suolo. In questo caso, oltre al risparmio sui costi in bolletta, si ha anche la certezza del minore impatto ambientale grazie all'impiego di energia prodotta da fonti rinnovabili.

Le possibilità di risparmio aumento nel caso in cui si usano questi dispositivi per tutto l'anno. In questo caso il risparmio energetico passa dal 40% - previsto per l'uso stagionale - al 70% per quello annuale. Una differenza notevole rispetto ai sistemi tradizionali.

Quali sono i consumi energetici?

Per farsi un'idea dei vantaggi offerti da una pompa di calore bisogna considerare non solo l'aspetto economico, ma anche l'efficienza energetica, l'affidabilità e ovviamente i consumi. Nella media, una pompa di calore aria acqua ha un prezzo in termini di consumi di circa 300€ per kW. Per riscaldare un'abitazione di medie dimensioni tieni conto che la tua pompa di calore avrà bisogno di almeno 8-10 KW nominali per riscaldare l'ambiente in maniera omogenea.

I consumi in termini di kW sono ovviamente maggiori durante l'inverno, quando le temperature scendono sotto lo zero e dunque l'impianto avrà bisogno di maggiore energia elettrica - almeno durante le prime fasi d'accensione - per riscaldare l'ambiente. Stipulando tariffe agevolate per le pompe di calore è possibile risparmiare molto nel lungo periodo, con costo medio di circa 0,25€ per kWh. Dopo circa 7 anni dall'installazione di una pompa di calore aria acqua sarà possibile ottenere un rientro delle spese iniziale sotto forma di risparmio sui consumi (4 anni con il fotovoltaico).