Le valvole termostatiche sono dei particolari dispositivi che devono essere istallati su tutti i termosifoni alimentati attraverso un impianto di riscaldamento centralizzato. Grazie alle valvole termostatiche è possibile regolare la presenza di acqua calda all'interno del termosifone, in base al valore impostato dall'utente su una scala di valori che va da 1 a 5, in modo da favorire un minore consumo energetico.

Diventate obbligatorie con il decreto legislativo 102/2014, le valvole termostatiche garantiscono numerosi vantaggi, primo fra tutti la riduzione degli sprechi di energia con un conseguente calo degli importi delle bollette per il riscaldamento, a cui si somma il minore impatto ambientale. La legge prevede l'installazione delle valvole termostatiche su tutti i termosifoni presenti nelle abitazioni e l'applicazione di pesanti sanzioni (dai 500 euro ai 2500 euro) in caso di mancata installazione.

Le valvole termostatiche sono installate in abbinamento ai contabilizzatori di calore o ripartitori di calore, il cui scopo è invece quello di conteggiare dei consumi. In questo modo sarà possibile pagare delle bollette proporzionali ai consumi e controllare le spese per il riscaldamento.

Da leggere: Meglio il riscaldamento autonomo o centralizzato?

Quali vantaggi offrono le valvole termostatiche?

Sebbene le valvole termostatiche siano obbligatorie per legge, disporre di questi dispositivi comporta numerosi vantaggi che si manifesteranno nel lungo periodo. Ecco alcuni suggerimenti per usarle al meglio.

Le valvole termostatiche consentono di impostare la temperatura desiderata in ogni stanza in cui è presente un termosifone. Le direttive prevedono per le stanze in cui ci sono varie fonti di calore, come ad esempio la cucina o il soggiorno, di scegliere una temperatura vicina ai 20°C, nei locali di passaggio sui 16 -18 °C, mentre nel bagno è possibile impostare una temperatura lievemente più alta, vicina ai 22 °C.

Una volta installate, le valvole termostatiche non devono essere azionate, mentre i contabilizzatori inizieranno subito a rilevare i consumi della singola abitazione. Per mantenere costante la temperatura interna bisogna eliminare qualunque tipo di ostacolo davanti al termosifone (copritermosifoni, tendaggi pesanti, mobili) ed evitare ogni possibile fuga di calore.

A tal proposito bisognerebbe verificare il livello di isolamento complessivo dell'abitazione, ovvero infissi, muri esterni e tetti. Si tratta di semplici interventi di manutenzione periodica che dovrebbero essere effettuati prima dell'inizio della stagione invernale.

Una volta terminato l'invernale bisognarà ricordarsi di posizionare tutte le teste termostatiche in corrispondenza del valore di massima apertura. In questo modo non sarà compromesso il funzionamento dell'impianto e alla riaccensione non ci saranno tracce di sedimenti.

Quanto costano le valvole termostatiche?

Il costo delle valvole termostatiche varia mediamente dagli 80 ai 120 euro per ogni calorifero. Una spesa non da poco, certamente, soprattutto per le abitazioni con molti caloriferi. Tuttavia, trattandosi di un intervento destinato ad un aumento dell'efficienza energetica, è possibile beneficiare dell'Ecobonus previsto dalla Legge di Stabilità, con una detrazione Irpef del 50/65%. Per quanto riguarda gli inquilini in affitto, l'intervento in questione rientra tra le spese di manutenzione straordinaria, pertanto la spesa sarà a carico del proprietario dell'immobile.