Compara le migliori offerte gas e inizia subito a risparmiare

Costo del Gas al Metro Cubo

Scopri cosa pensa la community:
Costo del Gas al Metro Cubo: Come Calcolarlo? 5,00 su 5 in base a 1 valutazioni. 1 recensioni.
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Come calcolare il costo del gas al metro cubo

Una delle voci di spesa più importanti della bolletta del gas riguarda il costo della materia prima, il gas metano. Sapere quanto costa un Metro Cubo di Gas può aiutarti a valutare non solo il livello di convenienza della tua offerta ma anche l’andamento dei consumi. La seconda pagina della bolletta riporta infatti non solo l’elenco di tutte le principali voci di spesa, ma anche l’andamento dei consumi e il costo del gas al metro cubo, indicato con la formula Smc che corrisponde allo Standard Metro Cubo.

Lo Standard Metro Cubo rappresenta un metro cubo di gas alle condizioni standard di temperatura e di pressione. Dal momento che queste due variabili possono cambiare da una zona climatica all’altra in base all’altitudine e alle condizioni climatiche, si usa il coefficiente di adeguamento altimetrico-climatico - detto coefficiente C - stabilito dall’Aeegsi. In questo modo è garantita la corretta applicazione delle tariffe gas.

 

 

Come calcolare il costo del gas al metro cubo?

Come dicevamo, il costo del gas al metro cubo è uno dei valori più importanti per capire la bolletta del gas. Il suo valore subisce però delle variazioni in base al luogo di residenza e ai consumi medi annuali rilevati nella regione di residenza. L’Aeegsi - l’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico - effettua l’aggiornamento del prezzo gas ogni trimestre, ovvero: a gennaio, ad aprile, a luglio e a ottobre. I prezzi aggiornati del gas e dell’energia elettrica sono poi pubblicati sul sito ufficiale dell’Autorità.

Un'altra variabile che incide sul prezzo del gas metano è il mercato energetico di appartenenza: mercato libero o servizio di maggior tutela. Infatti, se nel mercato tutelato il prezzo della materia prima è determinato dall’Autorità dell’Energia e varia ogni tre mesi, nel libero mercato sono le stesse compagnie a determinare i prezzi delle tariffe luce e gas, in genere ogni due anni.

Per regolarizzare l’andamento dei prezzi, l’Autorità ha inoltre stabilito che il prezzo del gas metano - indipendentemente dalla regione di riferimento - potrà variare entro alcuni valori, ovvero da un minino di 0,85 centesimi di euro fino ad un massimo di 1,20 euro.

Un’altra variabile che influenza il prezzo del gas metano è l’appartenenza ad uno dei sei scaglioni di consumo, che sono applicati al cliente sulla base delle previsioni del suo consumo di gas annuo. Le classi di consumo prevedono i seguenti limiti:

1° scaglione da 0 - 120 Smc

2° scaglione da 121 - 480 Smc

3° scaglione da 481 - 1.560 Smc

4° scaglione da 1.561 - 5.000 Smc

5° scaglione da 5.001 - 80.000 Smc

6° scaglione da 80.001 - 200.000 Smc

Torna su

 

Il costo del gas nelle varie regioni climatiche d'Italia

Per ottimizzare l’impiego delle risorse energetiche e regolarizzare il funzionamento e la manutenzione degli impianti di riscaldamento, il D.P.R. n.412 del 26 agosto 1993 ha previsto l’introduzione delle sei regioni climatiche d’Italia. Le zone climatiche, indicate da con una lettera dell’alfabeto che va dalla A alla F, si differenziano tra loro per le temperature medie rilevate nel corso dell’anno.

 In base a questi valori sarà anche stabilito il tempo di accensione degli impianti. Per semplificare l’identificazione, ti diremo che:

  • le zone climatiche A, B, C includono le regioni del Sud Italia e le Isole;
  • le zone climatiche D le regioni del Centro Italia;
  • la zona climatica E il Nord Italia;
  • la zona climatica F le località di montagna.

Torna su

 

Bolletta gas: quali sono altre voci di spesa da considerare?

Oltre al costo del gas al metro cubo, il costo finale della bolletta sarà determinato da altre voci di spesa, le più importanti sono:

  • i costi per i servizi di rete: necessari a coprire le attività di trasporto, stoccaggio e distribuzione della materia prima, ovvero tutte quelle operazioni che consentono di far giungere il gas fino alle reti locali di distribuzione e quindi nelle singole abitazioni;
  • i costi per i servizi di vendita: rappresenta il principale importo di spesa in bolletta e ripaga il fornitore di tutti i costi sostenuti per le attività di acquisto e rivendita del gas. Nel libero mercato è stabilito dalle singole compagnie, nel servizio tutelato dall’Aeegsi, ogni trimestre.
  • le accise regionali e l’IVA: l’importo di questa voce di spesa dipende dalla quantità di gas consumata e dalla regione di residenza. Questi valori sono stabiliti dall’Autorità e sono indipendenti dal fornitore scelto.

Torna su

 

Costo gas al metro cubo nel servizio di maggior tutela 2016 - 2017 - 2018

Nel servizio di maggior tutela il costo del gas metano viene aggiornato dall’Aeegsi quattro volte all’anno, con cadenza trimestrale (gennaio, aprile, luglio e ottobre).

In basso i prezzi aggiornati per il secondo trimestre 2018.

Periodo

Prezzo Gas €/Smc

Variazione

2016

 

 

gennaio-marzo

0,215030

-

aprile-giugno

0,156579

-27,18%

luglio-settembre

0,166138

+6,10%

ottobre-dicembre

0,186475

+12,24%

2017

 

 

gennaio-marzo

0,217253

+16,51%

aprile-giugno

0,216809

0,00%

luglio-settembre

0,192154

-11,37%

ottobre-dicembre

0,186475

-3.0%

2018

 

 

gennaio-marzo

0,232931

+15.2%

aprile-giugno

0,205654

-0.11%


Torna su

 

Costo gas al metro cubo nel libero mercato

Nel libero mercato il costo del gas al metro cubo viene stabilito dalle singole compagnie energetiche ed è influenzato non solo dal costo della materia prima, ma anche dalla presenza di speciali promozioni che possono riguardare: la modalità di pagamento scelta (ad esempio la domiciliazione bancaria delle bollette), la tipologia di offerta (ad esempio la formula prezzo bloccato) o ancora la frequenza di fatturazione.

Torna su

Leggi tutti i commenti


Ottima guida, grazie Supermoney!
05-feb-2018
Il tuo voto5