Offerte Energia Elettrica: compara le migliori tariffe del libero mercato

Scambio sul posto

Scopri cosa pensa la community:
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Scambio sul posto: la guida di SuperMoney

Risparmiare sul costo dell’energia elettrica significa innanzitutto scegliere le tariffe della luce più vantaggiose e più adatte alle proprie esigenze, ma anche razionalizzare i propri consumi. Un’ottima soluzione è anche installare un impianto per la produzione di corrente tramite fonti di energia rinnovabili come ad esempio il fotovoltaico.

Lo scambio sul posto è un meccanismo che consente ai produttori privati di energia elettrica di valorizzare l’energia elettrica generata dai loro impianti a energia rinnovabile che non viene consumata nel momento stesso della produzione. 

Con lo scambio sul posto, l’energia in eccesso viene immessa in rete e prelevata nuovamente quando il produttore ha la necessità di soddisfare i propri consumi. 

A chi decide di usufruire del servizio di scambio sul posto, il GSE (Gestore Servizi Energetici) corrisponde un contributo annuo per la copertura degli oneri derivati dal prelievo di energia dalla rete. 

Il contributo economico

Per la determinazione dell’entità del contributo, vengono presi in considerazione i seguenti fattori:

  • quantità di energia scambiata con la rete (differenza tra quella immessa e quella prelevata);
  • prezzo di mercato dell’energia elettrica;
  • onere a carico del produttore per il prelievo dell’energia dalla rete. 

Requisiti

Il servizio di scambio sul posto viene erogato a chi dispone di uno o più impianti:

  • alimentati da fonti rinnovabili, con potenza fino a 20 kW;
  • alimentati da fonti rinnovabili, con potenza fino a 200 kW, nel caso in cui questi siano stati attivati a partire dal primo gennaio 2008;
  • di cogenerazione ad alto rendimento, con potenza fino a 200 kW.

Vantaggi

L’adesione al servizio di scambio sul posto risulta vantaggiosa se, per l’utente dello scambio, il contributo economico del GSE supera gli oneri sostenuti per il prelievo dell’energia dalla rete. 

Durata

Lo scambio sul posto scade, generalmente, il 31 dicembre di ogni anno ed è tacitamente rinnovabile.

È comunque possibile recedere dal servizio in ogni momento, con una comunicazione tramite raccomandata. Il recesso avrà luogo 60 giorni dopo l’inoltro della richiesta. 

Come si attiva

Per l’attivazione del servizio di scambio sul posto è necessario inoltrare la domanda, allegando tutta la documentazione necessaria, direttamente dal sito del GSE.

Leggi tutti i commenti