Come cambiare operatore del gas - Video Guida

Andrea Manfredi, amministratore delegato di SuperMoney, fornisce consigli utili su come risparmiare cambiando la tariffa del gas.

Andrea Manfredi parla di come trovare le migliori tariffe per il riscaldamento a Class Tv - Testo integrale

Ben ritrovati a primo tempo, la rubrica dedicata al risparmio. Saluto subito il nostro ospite Andrea Manfredi, Amministratore Delegato di SuperMoney.eu, Inanzi tutto ben trovato
Buongiorno

Il sito di confronti che aiuta a risparmiare. Oggi parliamo proprio di quello, di risparmio in uno degli ambito dove le bollette si fanno salate, parliamo infatti del riscaldamento domestico. Io tra l'altro vi ricordo che il nostro numero resta a disposizione anche durante la rubriche, quindi se avete delle domande inserenti al risparmio, fatevi avanti, fatevi sotto. Allora Andrea, il riscaldamento è uno dei costi maggiori che incide sul bilancio di una famiglia.
Il riscaldamento è un costo molto alto e entriamo nel momento dell'anno in cui è necessario porre attenzione, perché a Milano è grigio, piove e fra poco presumibilmente dovremo aprire i nostri riscaldamenti o i condomini apriranno, effettivamente, il termostato. Quindi è il momento dell'anno in cui chiedersi cosa devo fare per risparmiare sulla tariffa del gas, costo molto importante del mio budget familiare. Partiamo da una buona notizia. La buona notizia è che dal primo ottobre è stata rivista la metodologia di calcolo della tariffa del gas e questo, incredibile, porterà a una diminuzione dei costo nella bolletta del gas  stimata intorno al 3%. Quindi andrà fra 30-40 euro a famigliae fino a 100 euro per i grossi consumatori.

30 euro l'anno immagino...
Trenta euro a bolletta...

A bolletta?
Si si, è un risparmio che può essere importante perché è cambiato proprio il sistema con cui l'autorità calcola il costo del gas. Quindi cosa succedeva, prima il costo del gas era determinato da tanti piccoli vincoli, contratti molto lunghi, un sistema assolutamente opaco e questo penalizzava i consumatori. L'autorità è intervenuta nel 2011 e ha detto poniamo uno stop a tutto questo, ci deve essere più trasparenza e le tariffe del gas devono essere allineate al prezzo del petrolio degli ultimi tre mesi. Quindi sostanzialmente se il prezzo del petrolio va giù noi pagheremo di meno, se il prezzo del petrolio va su noi pagheremo di più. Però, in questa prima fase, sicuramente pagheremo di meno. E questa credo sia una buona notizia.

Non è l'unica cosa che possiamo fare...
Non è l'unica cosa da fare. Il consumo del gas, come dicevamo è un costo molto importante, abbiamo alcune possibilità per incidere su questa spesa. La prima, la più semplice, è cercare un contratto con un fornitore diverso. Quello che ancora molte persone oggi, non sanno e anche a casa penso sia così, è possibile ambiare fornitore del gas..

Si può cambiare solo fornitore del gas e tenere quello della luce o viceversa..
Certamente si. Si può cambiare la luce e tenere il gas o cambiare il gas e tenere la luce..

Quindi non vanno di pari passo...
No. L'importante è capire quali sono le tariffe migliori sul mercato perché il gas è una voce di costo molto grande, si spendono anche migliaia di euro all'anno di riscaldamento. E quindi è assolutamente opportuno andare a capire come risparmiare sulla tariffa del gas anche pochi punti percentuali, piccole piccole cose per poi averne un grande beneficio. Come si fa a fare questo? Si possono prendere informazioni sul mercato, ci sono tanti siti, SuperMoney è uno di questi, non è l'unico ce ne sono diversi, e offrono la possibilità di fare dei confronti. Quindi il primo consiglio è sicuramente confrontare le tariffe perché ci sono sicuramente grandi differenze, gli operatori commerciali oggi sono molto aggressivi e propongono tariffe molto vantaggiose..

Classica domanda, su cui spero non ci siano più dubbi però rifacciamola. Se cambio operatore di gas, passerò un periodo senza la fornitura del gas?
Si e uno deve fare la doccia fredda, non può più mangiare in casa per molto tempo. Assolutamente no. Cambiare fornitore assolutamente non interrompe l'erogazione del servizio, ci sono dei sistemi che garantiscono la continuità dell'utenza.

Devono garantirla..
E questo avviene sempre. Noi non abbiamo mai riscontrato casi di questo tipo o utenti che si lamentavano con noi per questo genere di disservizio. Può succedere che magari, per un piccolo periodo un operatore continui a fatturare e inizi a fatturare anche quello nuovo, il cosiddetto problema della doppia fatturazione, ma in questo caso basta prendere la fattura del vecchio operatore, rimandargliela indietro e dirgli, guarda ho staccato il vecchio contratto, loro aggiornano i sistemi e non fanno pagare assolutamente niente.

Speriamo. Un'altra delle domande, in questo caso un po' più complessa, che spesso ci si fa quando si deve cambiare operatore è: ora cambierò operatore, magari adesso mi fa un'offerta migliore, però magari questa offerta dopo un po' di tempo non sarà più tanto vantaggiosa, sarò legato a questo nuovo operatore. Sopratutto sono stato con tanti anni con il mio operatore, chi mi dice che questo sia altrettanto affidabile?! C'è un controllo di qualità? C'è un minimo di standard..
Sicuramente si, l'Autorità per il gas e per l'elettricità controlla tutti gli operatori presenti sul mercato. Ogni operatore è sottoposto a una serie di regole e di vigilanza, dal punto di vista della qualità dell'erogazione de servizio non ci sono dubbi. La domanda legittima è: questo nuovo fornitore mi porta un contratto così buono non è che tra un anno me lo cambia e mi alza il prezzo? Domanda legittima, in teoria si. Perché questo è il mercato, ma in quel caso saremo informati dall'operatore, dal fornitore e quindi potremo andare a cercare un nuova offerta più vantaggiosa da un altro' fornitore. Quello che facciamo ormai normalmente con l'ADSL e con il cellulare esattamente questo: andiamo a cercare il prodotto più conveniente. E se poi l'operatore fa un po' il furbo e ci cambia le cose sottomani, andiamo e ne scegliamo un altro. Quindi questo è il sistema che ci permette di cambiare con estrema tranquillità, chiaramente bisogna sempre stare attenti, perché non è che uno cambia e poi se ne può dimenticare e poi nel caso portare un successivo miglioramento ancora più avanti.

Andrea, scusa ti interrompo perché c'è una telefonata. Gianni dall'Abruzzo..
Casualmente stavo guardando la trasmissione, sicuramente interessante perché io sono un piccolo operatore di questo settore. Una cosa importante è che molti operatori, grandi o piccoli che siano, perché oggi ce ne sono tanti nel mercato dell'energia, sia di gas che di luce, non utilizzano il prezzo indicato dall'Agenzia per l'Energia. Cioè l'Agenzia per l'Energia, quasi mensilmente, indica un prezzo medio e molti operatori utilizzando questo prezzo base e da questo prezzo intervengono a fare uno sconto o un offerta e lì c'è il guadagno..

Qual è il punto Gianni, abbiamo poco tempo..
Il punto è, molti dicono sconto eccetera eccetera, ma il prezzo di riferimento qual è? L'unico presso di riferimento sul mercato è quello dell'Agenzia per l'Energia.

Gianni, sentiamo cosa ne pensa Andrea..
Intanto ringrazio per la considerazione molto corretta, il nostro suggerimento infatti, in linea co quanto Gianni ricorda, diffidate dai messaggi promozionali dove dicono: 'Sconto del 20% sul prezzo di riferimento'. Perché qual la domanda viene corretta: 'Qual è il prezzo di riferimento?' Allora quello che è necessario fare è avere sempre chiaro quello che è il prezzo finale che uno si troverà a pagare. Questo ormai, nel mondo di internet, dei comparatori è abbastanza assodato, quindi noi abbiamo algoritmi di calcolo che ci permettono di andare ad omogeneizzare tutte queste differenze. Per chi volesse fare da solo deve ricordare questa extra attenzione in modo da non incorrere in pubblicità ingannevoli.

Quindi piuttosto che cercare l'offerta che dice sconto del 20-30% cercare l'offerta che ti dice quanto pagherai.
Si, paghi 8 centesimi a metro cubo di gas, questo il valore di riferimento. Poi le tasse sono uguali per tutte, le accise sono uguali con minime differenze. Quello che è importante è il costo dell'energia così come la tariffa del gas.

Arriviamo alla conclusione Andrea, perché siamo già fuori limite, fuori tempo massimo
Risparmiare sulle tariffe del gas si può confrontando operatori. Risparmiare sul gas si può anche facendo attenzione alla vita di tutti i giorni, quindi state attenti se avete degli spifferi, potete cambiare infissi ora ci sono anche gli eco-bonus sostenibili e rifare gli infissi di casa agevolati e questo riduce molto. Attenzione alla caldaia, da fare la manutenzione. Attenzione al tipo di caldaia, meglio quella a condensa. Con questi piccoli accorgimenti potrete ridurre in modo significativo il costo della vostra bolletta del gas e aiutare l'ambiente.

Andrea Manfredi, SuperMoney.eu a cui vi rimando per eventuali altre informazioni su questo mondo. Comunque un sito dove ci si possono confrontare le offerte senza poi prenderle. Grazie Andrea.
Grazie.