Come sarà la bolletta unica luce e gas? - Video Guida

Paolo Sansone, esperto di SuperMoney, spiega a Class Tv la nuova bolletta unica luce e gas

Paolo Sansone parla di luce e gas a Class Tv- Testo integrale

Rieccoci a Primo Tempo, ora la rubrica “I nostri soldi”. Diamo il bentrovato a Paolo Sansone, www.supermoney.eu il sito di confronti. Bentrovato, buongiorno.
Buongiorno, buongiorno a tutti!

Caro Paolo c’è una novità che riguarda le bollette. Quando si parla di bollette noi ne vogliamo parlare subito. Diccela tu questa novità, su come sarà fatta la bolletta, è importantissimo.
È  una novità che ancora non è effettiva, diciamo che l’Autorità ha iniziato una fase di consultazione coi consumatori per decidere insieme come modificare la bolletta luce e gas in modo da renderla più chiara. Quelle che ci sono adesso infatti sono veramente incomprensibili, arrivano sei-sette-otto fogli.

Esatto, paginoni così, ma non si capisce niente.
E poi delle tre/quattro voci che ci interessano, si capisce poco.

Ognuno vede il prezzo e va a pagare.
Esattamente, però se vogliamo capire come risparmiare, sarebbe importante anche capire come sono composte. Quindi l’autorità in questo senso sta facendo un’azione sicuramente positiva per i consumatori sulla bolletta luce e gas.

E come sarà questa bolletta? Ancora non si sa o c’è già uno schema?
Allora l’idea di base è di ridurre la bolletta luce e gas in unico foglio A4, quindi avremo effettivamente soltanto un foglietto in mano in cui verranno riassunti entrambi i costi delle bollette, sia per quanto riguarda quelli dell’elettricità che quelli del gas. Quindi in un unico foglio avremo veramente entrambe le bollette che prendiamo normalmente.

Avremo una sola bolletta quindi per gas e elettricità. Se sono operatori diversi?
Se sono operatori diversi, divideranno lo stesso foglio e ci sarà uno spazio per l’elettricità e uno spazio per il gas.

Torniamo a parlare della bolletta, interessante come novità, ma quando sarà effettiva?
Quando sarà effettiva ancora non si sa, diciamo che adesso stanno decidendo se sia veramente l’idea migliore.

Si parla comunque di mesi, se non addirittura più di un anno avevo letto, vero?
Sì, sicuramente i tempi sono questi, perché poi sarà lunga più che la fase di consultazione, la fase di messa in atto.
 
Ma a questo tavolo si sono sedute anche le aziende…
Diciamo che loro dovranno subire passivamente questa decisione, ma in realtà è un risparmio anche per loro. Risparmiano in termini di carta per quanto riguarda la spedizione, che fanno sempre pagare, perché la spedizione cartacea della bolletta luce e gas è un costo per il consumatore. Quindi anche gli operatori elettrici ne faranno volentieri a meno.

Ma il prezzo resterà lo stesso?
Il prezzo della spedizione della bolletta luce e gas sì, per quanto riguarda i costi, anche lì l’autorità sta iniziando a pensare a qualcosa . Sicuramente anche  il fatto di avere tutti i costi esposti in maniera più chiara, può essere già un forte aiuto per i consumatori per capire poi veramente a parità di quelli che sono i costi fissi  che non possono essere cambiati e dovuti alle imposte, alle spese di distribuzione, qual è la vera voce su cui gli operatori si fanno concorrenza e di conseguenza scegliere il migliore. In questo momento non è facile decifrare quel pezzettino di bolletta, che poi è il più utile per permetterci di capire come andare a risparmiare cambiando operatore.

Ma questo discorso della “bolletta integrata”, non è quello che già sentiamo succedere con le bollette dual fuel?
Sì, nel caso avessimo lo stesso operatore che fornisce sia il servizio di energia elettrica sia del gas, probabilmente riceviamo già un’unica bolletta luce e gas, anche se non ha queste proprietà di chiarezza che vogliono raggiungere con queste modifiche. Però sicuramente abbiamo già un’unica bolletta in cui possiamo leggere i costi sia dell’elettricità che del gas. La cosa molto interessante, che dicevi pure tu prima, è la possibilità di avere un’unica bolletta anche se poi gli operatori in realtà sono due.  Quindi ci permette anche di tenere tutto più in ordine e di avere le idee molto più chiare.

In realtà il punto principale non è averle tutte sullo stesso foglio, quanto che nello stesso foglio le informazioni dovrebbero essere più chiare.
Sicuramente l’obiettivo è stringare al massimo le informazioni, addirittura inserendo magari un grafico che ci vada a mostrare qual è la parte di costo che stiamo sostenendo per la materia prima che poi è quella che effettivamente stiamo comprando dal nostro operatore, quali sono le parti di imposte e quali di altre spese fisse. Quelle saranno comunque uguali per tutti gli operatori , cosa molto importante da capire, perché anche quando un utente fa un confronto tra il  costo di una bolletta luce e gas in un anno e in un altro anno, probabilmente non è cambiato il costo della materia prima, possono essere cambiate invece le spese fisse. Quindi decidere chi è il più conveniente in ogni singolo momento, non è facile confrontando rispetto al passato. Invece con una bolletta più chiara dove veramente vediamo il costo della materia prima, sappiamo che magari cambiando stiamo riducendo quella componente.
  
È  anche per questo che oggi non si cambia molto operatore di luce e gas, perché è troppo complicato, mentre per il telefonino è più facile. Cosa mi dai? 200 sms, 400 minuti..
Abbiamo imparato a contare molto bene qual è la nostra convenienza lì, invece per le bollette di casa è qualcosa di complicato. Poi c’è da dire che il risparmio in percentuale può essere piccolo, chiaramente se la nostra bolletta luce e gas è molto onerosa ce ne accorgeremo del risparmio che può arrivare a 100/200/300 euro all’anno. In caso di bollette più piccole a volte non vale la pena fare la telefonata per risparmiare quei tre/quattro/cinque euro di bolletta in 12 mesi , se abbiamo delle bollette veramente ridotte di gas e elettricità. Quindi anche per questo si cambia di meno.

Però spesso cambiando operatore, soprattutto una famiglia normale italiana, risparmia tanto.
Sì certo, per un consumo medio/alto si risparmia tanto in dodici mesi fino a 200/300 euro si possono risparmiare facilmente.
 
Si può arrivare anche al 30% di risparmio, tirato proprio all’estremo...
Sì, su quella parte però di vendita, non sulla parte di tasse che invece rimangono. Sono la componente fissa della bolletta luce e gas di cui non possiamo fare a meno.

Già sapere di preciso quante sono le tasse, secondo me, sarebbe comunque un’informazione che gioverebbe a molti. Per cambiare eventualmente operatore o per avere altre informazioni riguardo questo argomento, vi rimando al sito www.supermoney.eu , il sito che ci ha mandato oggi in rappresentanza Paolo Sansone. Grazie per essere stato qui con noi.
Grazie a voi e arrivederci.