Nel 2014 è partito il piano di sostituzione dei contatori del gas che prevede la progressiva installazione di nuovi dispositivi – i cosiddetti smart meter gas, i contatori intelligenti - dotati di funzioni di telelettura, telegestione e autolettura. I nuovi contatoti del gas elettronici consentiranno agli utenti di gestire in modo più consapevole la risorsa energetica e aiuteranno anche le compagnie energetiche a rilevare i consumi a distanza, garantendo bollette gas più eque.

Da leggere: Come leggere la bolletta del gas

Come funziona il contatore elettronico del gas?

L'intervento sarà progressivo e dovrebbe garantire entro il 2018 la sostituzione del 60% dei dispositivi. Il progetto è stato disposto dall'Autorità e imposto a tutte le compagnie energetiche, che dovranno inviare agli utenti una comunicazione per segnalare l'intervento. I nuovi contatori del gas elettronici sono dotati di un display digitale, da cui sarà possibile monitorare l'andamento dei consumi e visualizzare tutte le informazioni utile per il consumatore, ovvero:

· il codice PDR, acronimo di Punto di Riconsegna. Indica esattamente la posizione fisica del contatore;

· lo stato della valvola, se aperta o chiusa;

· la data di chiusura della valvola del periodo precedente;

· la portata massima, intesa come la quantità di gas che passa attraverso il contatore in un'ora di tempo e che viene misurata in metri cubi all'ora;

· la presenza di eventuali problemi.

I nuovi contatori del gas sono suddivisi in varie classi a seconda della potenza termica, ovvero del numero di dispositivi alimentati a gas presenti in casa. Quelli più diffusi appartengono alle classi G4 e G10 e sono usati rispettivamente nelle abitazioni e nei condomini.

Come fare la lettura dei nuovi contatori?

Come dicevamo, l'aspetto che caratterizza maggiormente i nuovi dispositivi è la funzione di telegestione per il controllo a distanza degli apparecchi. In questo modo il fornitore può rilevare da remoto i consumi e garantire al cliente dei costi proporzionali ai consumi reali. La lettura viene effettuata in automatico direttamente dal distributore locale che comunica i dati al fornitore che emetterà la bolletta.

La periodicità delle letture del gas è proporzionale ai consumi:

· almeno 1 volta all'anno, per i consumi fino a 500 Smc/anno

· almeno 1 volta ogni 6 mesi, per i consumi compresi tra 501 e 5.000 Smc/anno

· 1 volta al mese, per i consumi superiori a 5.000 Smc/anno

Come avviene la sostituzione del vecchio contatore?

L'installazione dei nuovi contatori prevede un intervento rapido, non superiore alle due ore. L'operazione non prevede alcun costo extra per l'utente che dovrà essere informato con almeno dieci giorni di anticipo dal suo fornitore attraverso una comunicazione scritta. Ovviamente durante la sostituzione sarà interrotta la fornitura di gas.

Al termine dell'installazione verrà consegnato un verbale al cliente. Per evitare problemi con le bollette successive, è consigliabile farsi consegnare un documento in cui sia rilevato il consumo di gas fino a quel preciso momento.