Novità in arrivo per gli intestatari di bollette di luce e gas. Il mercato energetico italiano dovrà presto adattarsi alle variazioni introdotte dal Ddl Concorrenza 2017. Nonostante l'ennesimo rallentamento prima del traguardo definitivo, le commissioni Finanze e Attività Produttive hanno approvato 4 modifiche che richiederanno però un ritorno del testo al Senato.

Oltre alla scomparsa definitiva del servizio di maggior tutela, gli emendamenti previsti dal Ddl Concorrenza porteranno altre importanti variazioni. Vediamo nello specifico di cosa si tratta.

Quali sono le novità introdotte dal Ddl Concorrenza 2017?

Le novità per il mercato energetico saranno molto importanti e porteranno anche delle nuove opportunità per gli utenti. Infatti, il nuovo testo prevede la possibilità di rateizzare i pagamenti delle bollette dai costi molto elevati. Si tratta di una soluzione molto utile per gli utenti che potranno pagare ad esempio le bollette di conguaglio in più tranche e gestire con maggiore facilità le proprie finanze.

La rateizzazione dei pagamenti sarà estesa anche nel caso in cui gli importi elevati delle bollette fossero riconducibili a ritardi o disguidi riconducibili alla sola responsabilità della compagnia energetica.

Da leggere: Come pagare le bollette a rate?

L'altra novità, già annunciata e poi smentita in passato, riguarderà l'abolizione definita del servizio di maggior tutela. L'abolizione del mercato tutelato è quindi prevista per il 1° luglio 2019. Entro questa data tutti coloro che non fanno ancora parte del mercato libero, dovranno scegliere una compagnia energetica a cui affidare la gestione delle proprie utenze di luce e gas.

Un'ulteriore variazione per il mercato energetico introdotta dal Ddl Concorrenza, e strettamente legata alla scomparsa del mercato tutelato, è l'eliminazione della messa all'asta della fornitura di energia elettrica per quei clienti che non avranno ancora scelto una compagnia del libero mercato a cui affidare la gestione delle utenze.

Come cambieranno le bollette luce?

Questi cambiamenti introdotti dal Ddl Concorrenza andranno a sommarsi alle altre novità che hanno caratterizzato il mercato energetico nel corso degli ultimi anni. Infatti risale a poche settimane fa l'aggiornamento dei prezzi della materia energetica comunicato dall'Autorità per l'Energia. I dati annunciano un aumento del +2.8% del costo dell'energia già dal mese di luglio.

I rincari avranno un effetto immediato sulla spesa annua delle famiglie che salirà a 512,52 euro, con un aumento di circa 9 euro rispetto all'anno scorso. Sebbene l'aumento del costo dell'energia sia bilanciato dal calo dei prezzi del gas, circa 2.9% in meno, l'unica strategia che gli utenti potranno adottare sarà trovare una soluzione energetica vantaggiosa, che sappia soddisfare le proprie esigenze e abitudini di consumo.

In questi casi la scelta del profilo tariffario e il confronto delle varie offerte luce e gas proposte dal mercato saranno delle strategie determinanti. In nostro consiglio è quello di muoversi con anticipo e utilizzare il nostro servizio di comparazione che renderà la scelta più rapida e mirata.