Open Meter è il nome del nuovo contatore Enel che nei prossimi anni entrerà nelle case di moltissimi italiani. Il nuovo dispositivo consentirà non solo di controllare la regolarità del proprio servizio di fornitura, ma anche di risparmiare sui costi della bolletta della luce. Vediamo quali sono le principali caratteristiche del nuovo contatore Enel e le tempistiche previste per la sua distribuzione in Italia.

Come funzionerà il nuovo contatore Enel?

Risale a pochi giorni fa l'annuncio dell'arrivo di Open Meter, il nuovo contatore Enel che verrà installato nelle case di oltre 41 milioni di italiani nel corso dei prossimi 15 anni. Il nuovo contatore 2.0 di Enel è stato progettato per fornire agli utenti un valido strumento per monitorare i propri consumi e acquisire una maggiore consapevolezza dei consumi di energia nelle proprie case.

È proprio su quest'ultimo concetto che si base la strategia di Enel: guidare gli utenti ad usare le risorse energetiche in modo attento e razionale, evitando ogni possibile fonte di spreco. I vantaggi del nuovo contatore Enel riguardano:

- la rilevazione automatica dei consumi, ogni 15 minuti. Ogni utente potrà monitorare e programmare il consumo di energia dal web e grazie all'utilizzo di un'apposita applicazione, garantendo un sensibile risparmio sugli importi delle bollette luce. La rilevazione dei consumi sarà molto più precisa portando alla definitiva scomparsa dei conguagli e semplificando le operazioni di voltura e il passaggio ad un nuovo operatore.

- Tariffe energetiche personalizzate. Le compagnie potranno ideare delle soluzioni energetiche studiate sulle reali esigenze degli utenti; compresa la formula pacchetti energetici di varie taglie.

- Elevata compatibilità con i sistemi di domotica: la possibilità di gestione da remoto.

Da leggere: Come richiedere l'aumento di potenza del contatore Enel

Come avverrà l'installazione dei nuovi contatori Enel?

L'arrivo di Oper Meter richiederà la sostituzione dei vecchi dispositivi e avverrà in due tranche distinte: una prima installazione verrà fatta entro il 2019, la seconda entro il 2024, coinvolgendo oltre 41 milioni di famiglie italiane, per un investimento complessivo di 4 miliardi di Euro.

L'operazione non richiederà alle famiglie italiane il pagamento di nessuna spesa extra, perché sarà interamente a carico di Enel. L'installazione di Open Meter verrà comunicata con alcuni giorni di anticipo e non richiederà la presenza dell'utente o dell'intestatario del contratto di fornitura, perché tutto avverrà in modo automatico.

Come cambieranno le bollette luce dopo l'installazione di Open Meter?

Secondo le previsioni, l'istallazione del nuovo contatore dovrebbe garantire un risparmio del 2-6% sui costi delle bollette luce, portando ad una riduzione del 20% del consumo di energia entro il 2020 come stabilito dalla Direttiva Europea. Grazie alla possibilità di monitorare i propri consumi, gli utenti potranno avere un'idea più precisa dei consumi e valutare la convenienza del proprio piano tariffario.

Non è quindi escluso che le compagnie energetiche comincino ad elaborare delle soluzioni di fornitura personalizzate. L'unico svantaggio in questo caso,potrebbe riguardare la diffusione di piani tariffari a costo fisso e non a consumo. Infatti una situazione del genere andrebbe a penalizzare chi vive solo e ha quindi consumi più ridotti rispetto a nuclei familiari più numerosi.