Il maggiore rendimento energetico è senza dubbio uno degli aspetti che caratterizza il funzionamento delle caldaie a condensazione. Infatti grazie alla possibilità di recuperare il calore latente di condensazione del vapore acqueo contenuto nei fumi di scarico, le caldaie a condensazione garantiscono non solo l'ottimizzazione del combustibile impiegato, ma anche un maggiore risparmio energetico.

Se quindi credi che i costi delle tue bollette siano troppo elevati rispetto ai tuoi consumi, ti consigliamo di valutare due aspetti: la tua offerta gas e il tipo di caldaia presente nella tua abitazione. Per valutare la convenienza della tua tariffa ti basterà confrontare le condizioni del tuo contratto con quelle previste dalle altre offerte presenti sul mercato. In questo caso il nostro comparatore potrebbe esserti davvero utile.

In merito all'efficienza della tua caldaia potrai invece fare riferimento alla sua "età". Infatti se si tratta di un dispositivo installato parecchi anni fa, su cui sono stati effettuati pochi interventi di manutenzione, è altamente probabile che non possa garantirti né delle elevate prestazioni né dei consumi energetici ridotti.

Funzionamento della caldaia a condensazione

Come dicevamo, l'elevato rendimento energetico delle caldaie a condensazione deriva proprio dal loro funzionamento. Infatti la possibilità di recuperare il vapore generato durante la fase di combustione del gas metano, consente di recuperare circa l'11% di energia che altrimenti verrebbe dispersa nell'atmosfera con i fumi di scarico.

In pratica i fumi generati cedono parte del loro calore all'acqua di alimento. In questa fase loro temperatura si abbassa fino a raggiungere i 40°C, tornando così al loro stato liquido. Questo processo assicura un rendimento energetico del 105-109%, quindi superiore a quello garantito dalle caldaie tradizionali, che invece si aggira attorno al 90%.

Quanto costa una caldaia a condensazione?

Trattandosi di una tecnologia avanzata, il prezzo delle caldaie a condensazione è quindi superiore rispetto a quello delle altre caldaie. La ragione risiede proprio nella tecnologia che consente il recupero del calore dai fumi e nell'eventuale necessità di dover installare un sistema di ventilazione ausiliaria, che consenta appunto il tiraggio e quindi il recupero dei fumi di scarico. Il mercato propone numerose tipologie e modelli, con fasce di prezzi che oscillano dai 500€ fino a superare i 1000€ nel caso di modelli particolarmente avanzati.

Quali sono i vantaggi garantiti?

Riuscendo ad ottimizzare la materia energetica, le caldaie a condensazione possono quindi assicurare un notevole risparmio sui costi in bolletta. Nel caso di un impianto di riscaldamento tradizionale, quindi con caloriferi, il risparmio si aggirerà mediamente attorno al 15-20%, ma può anche raggiungere le soglie del 30% se abbinato a dei sistemi più evoluti, come pannelli a soffitto o riscaldamento a pavimento.

Da leggere: Riscaldamento a pavimento: quali sono i costi e i vantaggi?

Il secondo vantaggio riguarda da resistenza e quindi la durata di questa tipologia di dispositivi, con un ciclo di vita decisamente più lungo. Infine, non bisogna sottovalutare il ridotto impatto ambientale, grazie alla minore emissione di gas inquinanti nell'atmosfera.