Tra le tante soluzioni che potrai adottare per ridurre i consumi di energia elettrica, potrai senza dubbio considerare i vantaggi offerti da una pompa aria-acqua, che potrebbe rappresentare una valida alternativa ad un normale condizionatore. Oltre alla possibilità di utilizzare questo dispositivo sia durante l'inverno, per riscaldare, che nell'estate per raffrescare casa, potrai usufruire anche di altri vantaggi di tipo economico. Infatti, grazie agli incentivi statali potrai ricevere anche delle agevolazioni sul prezzo di acquisto. Scopriamo tutti i dettagli

Quanto costa una pompa di calore aria acqua?

Una pompa di calore aria acqua ha un costo iniziale abbastanza elevato. Questi dispositivi sono solitamente venduti ad un prezzo molto più alto rispetto a un normale condizionatore, con costi che arrivano a toccare anche gli 8.000 - 12.000€ nel caso dei modelli più costosi, comprensivi dell'installazione dell'impianto all'interno della nostra abitazione. Esistono poi altre varianti di pompe di calore: quella aria-aria, meno efficiente, ha un costo inferiore, di circa 6.000€, mentre quella geotermica, maggiormente adatta agli ambienti più fredda e utile dunque durante l'inverno, ha un costo di circa 20.000€.

Il primo vantaggio offerto da una pompa di calore aria-acqua si palesa proprio in fase d'installazione: i costi d'installazione relativi al collegamento dell'impianto elettrico e quelli relativi ai collegamenti idraulici sono infatti detraibili in larga parte dall'IRPEF per un il 65% dei costi totali nell'arco di 10 anni, permettendo così di ammortizzare la spesa iniziale e guadagnare nel lungo periodo dal punto di vista dei consumi.

Grazie ad una pompa di calore aria-acqua è possibile passare completamente da un impianto casalingo funzionante attraverso la sola energia elettrica, abbandonando così la propria caldaia a gas e ricorrendo alla sola pompa di calore come fonte di energia, oltretutto ecologica. Sempre parlando di detrazioni si è ulteriormente avvantaggiati, in questo senso, se si decide di installare anche dei pannelli solari come fonte di energia elettrica della propria abitazione: facendo così potrai guadagnare ulteriormente sia in quanto a detrazioni per le spese di costruzione dell'impianto, sia dal punto di vista dei consumi.

DA LEGGERE: Pompe di calore, cosa sono e come funzionano

Quali sono i consumi energetici?

Per farsi un'idea dei consumi di una pompa di calore bisogna considerare alcuni fattori, tra cui la loro efficienza energetica, affidabilità e la potenza richiesta in base all'abitazione o al locale in cui necessiteremo di installarla. Nella media, una pompa di calore aria acqua ha un prezzo in termini di consumi di circa 300€ per kW. Per riscaldare un'abitazione di medie dimensioni tieni conto che la tua pompa di calore avrà bisogno di almeno 8-10 KW nominali per riscaldare l'ambiente in maniera omogenea.

I consumi in termini di kW sono ovviamente maggiori durante l'inverno, quando le temperature scendono sotto lo zero e dunque l'impianto avrà bisogno di maggiore energia elettrica - almeno durante le prime fasi d'accensione - per riscaldare l'ambiente. Stipulando tariffe agevolate con le compagnie di fornitura di energia elettrica è possibile risparmiare molto nel lungo periodo, con costo medio di circa 0,25€ per kWh. Dopo circa 7 anni dall'installazione di una pompa di calore aria acqua sarà possibile ottenere un rientro delle spese iniziale sotto forma di risparmio sui consumi (4 anni con il fotovoltaico).