Se sei un cliente Enel e il tuo impianto va spesso in sovraccarico, è probabile che tu debba richiedere un aumento di potenza del contatore. Grazie a questa procedura potrai evitare che tutti gli elettrodomestici e dispositivi elettrici si spengano bruscamente a causa dell'improvvisa assenza di energia elettrica. Se stai cercando una soluzione, in questo articolo troverai tutte le informazioni utili per chiedere il potenziamento del contatore dell'energia elettrica , con l'indicazione delle procedure e dei costi previsti per i clienti Enel. Cominciamo subito!

Aumento potenza Enel: in cosa consiste?

In un'abitazione, soprattutto quando si usano vari dispositivi elettrici nello stesso momento, è facile incappare nel classico problema di sovraccarico del proprio impianto elettrico. Questo è dovuto al superamento della soglia massima di potenza offerta dalla propria compagnia energetica, che solitamente si aggira attorno ai 3 kW per gli impianti domestici. Il kW non è altro che un'unità di misura secondaria del Watt, strumento utilizzato internazionalmente per misurare la potenza.

Se quindi si consuma più energia di quella prevista, il contatore elettrico va in uno stato di sovraccarico fino a saltare, provocando così l'immediato spegnimento degli elettrodomestici e di tutto ciò che è collegato alle prese di corrente. Non sottovalutare questa cosa, poiché l'improvvisa assenza di corrente può danneggiare anche seriamente i vari dispositivi. Se quindi hai un nucleo familiare numeroso e ti trovi spesso in questa situazione sarà necessario agire il prima possibile e richiedere un aumento di potenza.

La procedura da seguire è valida un po' per tutte le compagnie, ma oggi ci focalizziamo appunto su Enel, che ti ricordiamo si suddivide in due società energetiche distinte, ovvero: Enel Energia ed Enel Servizio Elettrico. Le due aziende operano in modo distinto: la prima è attiva sul mercato libero, mentre la seconda opera nel servizio di maggior tutela.

Chiedendo l'aumento di potenza del contatore Enel potrai non solo risolvere definitivamente questa problematica, ma anche tutelare l'integrità di tutti i dispositivi elettrici. Se hai problemi di sovraccarico, potrai verificare direttamente dal display del contatore la percentuale di energia consumata in eccesso e quindi richiedere l'ampliamento della soglia limite.

Questa operazione non prevede nessun intervento di tecnici qualificati o la modifica all'impianto: non dovrai cambiare contatore, né fare altri tipi di interventi in casa. Il tutto viene gestito dalla compagnia energetica, tramite la sua centrale elettrica, previa richiesta ovviamente.

DA LEGGERE: Come si fa la voltura dei contratti di luce e gas?

Aumento potenza Enel: quanto costa e come richiederlo?

A questo punto, è lecito chiedersi quanto costa realizzare un aumento potenza Enel. La risposta è certa solo per Enel Servizio Elettrico, che ha stanziato le sue tariffe per il 2017. L'operazione infatti comporta:

● 26,76€ di quota fissa per la variazione di potenza

● 23€ di quota fissa amministrativa

● 69,04€ per ogni kW di potenza ulteriore richiesta

Ciò significa che, se ad esempio vuoi passare da 3 kW a 4 kW, dovrai spendere circa 120€ per l'operazione. L'aumento può essere richiesto a scaglioni fissi da 0,5 kW, ciò vuol dire che hai ampia libertà di personalizzazione della richiesta, anche in base alle tue disponibilità economiche. Tieni presente che l'aumento della soglia massima non comporta in nessun modo la variazione del prezzo per kWh previsto dalla tua tariffa.

Il prezzo per il mercato libero, e quindi anche per Enel Energia, lo decide l'azienda in base ai propri standard, variabili comunque anche giornalmente. Impossibile quindi dare prezzi definiti, sebbene questi non si discostano mai di molto rispetto a quelli di Enel tradizionale. Per conoscere le tariffe aggiornate puoi fare contattare direttamente ad un operatore di Enel Energia,  tramite contatto telefonico o servizio chat.

Per avanzare la richiesta di potenziamento del contatore puoi fare usare questi recapiti telefonici. Ti ricordiamo i numeri utili per poter parlare con un operatore pronto ad accogliere tale richiesta:

● Enel Servizio Elettrico - 800 900 800 (da telefono fisso) o 199 50 50 55 (da cellulare)

● Enel Energia - 800 900 860

Ricorda di scegliere con attenzione l'aumento di potenza della tua utenza, preferendo l'aumento di almeno 1 kW per volta, in modo da evitare le spese inutili. Occhio però al consumo, poiché l'aumento della soglia implica ovviamente un maggiore consumo energetico.

Aumento di potenza del contatore: cosa è cambiato dopo la Riforma delle Tariffe?

Sebbene l'Autorità dell'Energia avesse annunciato l'abolizione dei costi previsti per il potenziamento del contatore energetico, la Riforma delle Tariffe ha portato in concreto solo una riduzione delle spese, con la sola abolizione dei costi fissi amministrativi di circa 27euro e uno sconto del 20% sul contributo previsto per ogni 'scatto' di kW di potenza aggiuntiva. Queste agevolazioni sono state applicate già dallo scorso mese di aprile, riguardando sia gli utenti del libero mercato sia quelli del servizio di maggior tutela.