Risparmiare sulle bollette di luce e gas è la priorità di tutti consumatori, diventati ormai sempre più attenti alla gestione delle risorse energetiche e all'adozione di specifiche soluzioni in grado di ottimizzarne il loro impiego. Le valvole termostatiche sono un chiaro esempio di come sia possibile ridurre l'impiego di energia senza compromettere il comfort della propria abitazione. Vediamo nello specifico come funzionano e quali sono i vantaggi garantiti dal loro impiego.

Valvole termostatiche obbligatorie: le nuove scadenze

Pur rimanendo in attesa dell'approvazione da parte dell'Unione Europea, la scadenza per l'installazione obbligatoria delle nuove valvole termostatiche precedentemente fissata al 31 dicembre 2016 è stato ora prorogata al prossimo 30 giugno 2017.

Questa manovra, parte del decreto Milleproroghe approvato lo scorso 30 dicembre, permette a molti cittadini ritardatari di regolarsi definitivamente con le nuove norme, in modo da evitare sanzioni pecuniarie sostanziose e variabili dai 500 ai 2.500 euro.

A chi si applica l'obbligo di installazione delle valvole termostatiche?

Secondo la normativa, tutti i condomini in possesso di un impianto di riscaldamento centralizzato o di un teleriscaldamento devono obbligatoriamente dotare ogni singolo calorifero di valvole con un contabilizzatore di calore, in modo da poter calcolare precisamente il consumo di ciascun condomino e di regolare autonomamente la temperatura di ogni abitazione.

Questo, teoricamente, esclude gli immobili dotati di un impianto di riscaldamento autonomo, che sono esentati dall'aggiornamento alle nuove valvole. Anche in questo caso, tuttavia, esistono delle eccezioni: l'obbligo di installare i nuovi impianti si applica, infatti, anche alle abitazioni con riscaldamento autonomo nel caso di un immobile di nuova costruzione, di una ristrutturazione o di sostituzione programmata della caldaia.

DA LEGGERE: Staccarsi dal riscaldamento centralizzato conviene?

In quali casi è prevista l'esenzione

Sono esentati ufficialmente dai nuovi obblighi per le valvole termostatiche tutti gli immobili in cui si dichiara l'impossibilità tecnica di installazione. In questo caso, tuttavia, le difficoltà o l'inefficienza nell'intervento deve essere obbligatoriamente riportata in una relazione da parte del progettista o di un tecnico qualificato.

Una seconda eventualità, invece, prevede l'esenzione dall'intervento nel caso il risparmio energetico dato dalle nuove valvole non porti ad un effettivo risparmio economico dopo l'installazione.

Quanto costa l'installazione delle nuove valvole

L'installazione degli impianti aggiornati varia mediamente dagli 80 ai 120 euro per ogni calorifero. Una spesa non da poco, certamente, soprattutto per abitazioni con un alto numero di caloriferi. Tuttavia, trattandosi di un intervento destinato ad un aumento dell'efficienza energetica, è possibile beneficiare dell'Ecobonus previsto dalla Legge di Stabilità, con una detrazione Irpef del 65%.

Per quanto riguarda gli inquilini in affitto, l'intervento in questione rientra tra le spese di manutenzione straordinaria, pertanto la spesa sarà a carico del proprietario dell'immobile.

Queste, dunque, sono tutte le informazioni di cui hai bisogno per metterti in regola con l'adeguamento dell'impianto di riscaldamento per le valvole termostatiche obbligatorie. Ricorda che il termine ultimo per evitare spiacevoli sanzioni è fissato al prossimo 30 giugno 2017.