Effettuare una periodica manutenzione dei termosifoni è sicuramente il modo migliore per garantirsi il corretto funzionamento dell’impianto di riscaldamento e quindi un anche buon margine di risparmio sui costi delle bollette del gas e del riscaldamento. Infatti, se tutte le componenti di un impianto di riscaldamento non garantiscono il massimo delle loro prestazioni e un perfetto funzionamento, è inevitabile che si verifichi uno spreco di risorse energetiche e quindi anche un calo delle prestazioni energetiche.

Da leggere: Manutenzione dell’impianto di riscaldamento: cosa fare prima dell’accensione?

La manutenzione dei termosifoni ti consente di controllare principalmente due aspetti, ovvero: la pressione dell’acqua nelle tubature e la formazione di bolle d’aria al loro interno. Se dunque hai notato di recente delle anomalie nel funzionamento del tuo impianto di riscaldamento, oppure ti sembra che i termosifoni non funzionino al meglio, leggendo questo articolo potrai trovare molti suggerimenti utili per migliorare le prestazioni energetiche del tuo impianto.

Cosa controllare per fare una buona manutenzione dei termosifoni?

Come prima cosa ti ricordiamo che la manutenzione dei termosifoni dovrebbe essere effettuata ogni anno, generalmente prima dell’accensione dell’impianto, e dovrebbe prevedere essenzialmente la pulitura e la verifica del corretto funzionamento delle valvole e delle chiavi di apertura. Si tratta di operazioni molto semplici che potrai effettuare rapidamente e in autonomia. Nel caso di problemi più complessi dovrai invece richiedere l’intervento di un tecnico qualificato.

Se quindi hai notato che i termosifoni si riscaldano solo parzialmente, o addirittura non si accendono affatto, è probabile che ci sia un problema di pressione. In questo caso dovrai semplicemente aprire la valvola di sfiato, posta sul lato del termosifone, e far uscire l’aria in eccesso. Se però al posto dell’aria dovesse uscire dell’aria dovrai subito richiudere la valvola e verificare il manometro della caldaia.

Se infatti il valore indicato è inferiore a 1/1.3 bar, dovrai aprire la valvola di carico dell’acqua e attendere che raggiunga il valore ideale. Nel caso in cui questo tipo di intervento non dovesse portare ad un miglioramento delle prestazioni, ti consigliamo di chiamare un tecnico esperto.

Come pulire i termosifoni?

Per effettuare una buona manutenzione dei termosifoni dovrai anche occuparti della pulizia, eliminando accumuli di polvere sia sulla superficie esterna, sia all’interno. Potrai utilizzare un panno asciutto per le superfici esterne e una bombole ad aria compressa per la parte interna. Ricorda di non utilizzare prodotti chimici troppo aggressivi che potrebbero corrodere la superfici e le rifiniture. Inoltre, se decidi di riverniciarlo, ricorda di utilizzare prodotti naturali e traspiranti che non ostacolino la diffusione del calore.

Come migliorare il funzionamento dei termosifoni?

Per ottimizzare la resa energetica e continuare a risparmiare sul riscaldamento domestico sarà sufficiente adottare alcune semplici accortezze. Nel caso specifico dei termosifoni ti basterà seguire qualche semplice consiglio. Ad esempio, per garantire una maggiore diffusione del calore negli ambienti potrai installare un pannello isolante e termoriflettente sullo stesso muro che ospita il radiatore. Inoltre ricorda di non collocare alcun tipo di ostacolo davanti ai termosifoni, come mobili o tendaggi pesanti ,e durante la loro accensione tieni aperte tutte le porte delle stanze, in modo da lasciar diffondere il calore per tutta l’abitazione.