Il tanto discusso canone Rai in bolletta fa parlare ancora di sé. Non abbiamo quasi fatto in tempo a pagare la prima tranche che già si parla di come cambierà l'addebito della tassa tv nel 2017.

Per fortuna, al momento ci sono solo buone notizie. Si parla infatti di un ulteriore riduzione dell'importo, che dovrebbe scendere sotto i 100 euro. Allo stesso tempo si aprono nuove possibilità di esenzione, anche se si tratta ancora di ipotesi non ufficiali.

Con l'aiuto dei nostri esperti cerchiamo quindi di capire come si dovrà pagare il canone Rai 2017 e cosa cambierà rispetto al 2016.

Come cambia l'importo del canone Rai 2017?

Dall'anno prossimo l'importo del canone Rai subirà un'ulteriore riduzione. Lo ha annunciato lo stesso premier Renzi, ribadendo come tale iniziativa si inserisca nel più ampio quadro della lotta all'evasione fiscale ("pagare tutti, per pagare meno").

L'importo preciso della tassa tv 2017 ancora non è stato definito, ma già a ottobre 2015 Renzi parlava di ridurlo a 95 euro l'anno, ovvero 5 euro in meno rispetto al canone 2016.

Modalità di pagamento del canone tv 2017

Nessuna novità per il momento sulle modalità di pagamento del canone, che sarà quindi suddiviso in tranche e addebitato direttamente sulla bolletta elettrica nel periodo gennaio-ottobre.

DA LEGGERE: Nella bolletta di luglio non c'è il canone Rai: cosa fare?

Quando chiedere l'esenzione per il canone Rai 2017?

Renzi ha inoltre confermato che dal prossimo anno ci sarà spazio per nuove tipologie di esenzione dal pagamento dell'imposta tv. In particolare, si pensa agli italiani che, pur avendo residenza in Italia, trascorrono diversi mesi l'anno all'estero: se non proprio l'esenzione, almeno sarebbe equo studiare una riduzione del canone per questa categoria di utenti.

Per il resto resteranno esonerati dal pagamento del canone solo gli over 75 con un reddito annuo inferiore a 6.713 euro e chi non possiede un apparecchio televisivo atto o adattabile alla ricezione dei canali Rai.

Chi aveva diritto all'esenzione dal canone nel 2016, per il 2017 dovrà comunque presentare una nuova autocertificazione all'Agenzia delle Entrate, e così via di anno in anno.

A seconda del tipo di esonero queste sono le scadenze:

  • dal 1° luglio 2016 al 31 gennaio 2017 per l'esonero totale dal canone Rai 2017
  • dal 1° febbraio al 30 giugno 2017 per l'esonero solo del secondo semestre del 2017

Come quest'anno, sarà possibile presentare l'autocertificazione tramite diverse modalità:

  • via web tramite l'apposita applicazione disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate o gli intermediari abilitati.
  • raccomandata a/r all'indirizzo: Agenzia delle Entrate, Ufficio di Torino 1, Sat – Sportello abbonamenti tv, casella postale 22, 10121 Torino.
  • via PEC (Posta Elettronica Certificata) all'indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it, avendo cura di apporre al documento la firma digitale.