Come previsto dalla Legge di Stabilità 2016, non sarà più necessario pagare il Canone Rai tramite bollettino postale poiché l’importo ti verrà automaticamente addebitato sulla prima bolletta della luce di Luglio. A partire dal 1° del mese abbiamo quindi detto addio al classico metodo di pagamento della rata radiotelevisiva in Posta e dato il benvenuto al Canone Rai in bolletta.

Ad oggi, tuttavia, numerosi sono gli italiani che segnalano di aver sì ricevuto la bolletta della luce di Luglio ma senza l’atteso addebito della prima tranche – 70/100 € a seconda del fornitore elettrico dell’utenza – del Canone Rai. Se anche tu ti trovi in questa situazione e nella tua bolletta di Luglio non c’è il Canone Rai, in questo articolo ti spiegheremo quali possono esserne i motivi e che cosa dovrai fare.

Perché in bolletta non c’è il Canone Rai?

Come anticipato molti sono gli utenti che nella bolletta dell’elettricità del mese di Luglio non si sono visti addebitare la tanto attesa prima rata del Canone Rai.

Se anche tu sei fra questi e ti aspettavi di vedere l’importo dell’imposta tv in fattura a Luglio ti starai probabilmente chiedendo se si è trattato di un errore di addebito del Canone Rai in bolletta o se il pagamento è stato semplicemente posticipato.

In generale due possono essere i motivi per cui non hai trovato l’addebito della tassa radiotelevisiva sulla tua fattura elettrica. Una spiegazione può essere che l’importo del Canone non è presente nelle tue voci di spesa semplicemente perché sei esonerato dal pagamento dell’abbonamento Rai. In particolare potresti non aver ricevuto l’addebito se:

  • non possiedi un apparecchio televisivo;
  • hai più di 75 anni e non convivi con soggetti (diversi dal coniuge) che hanno un reddito proprio o se il reddito complessivo (tuo e del tuo coniuge) non supera gli 8 mila euro annui.

Se questi sopra citati non sono il tuo caso, allora la ragione più probabile del mancato addebito del Canone è molto più semplice di quanto tu possa immaginare. Ovvero che la bolletta che hai ricevuto a Luglio o in questi giorni abbia ancora come periodo di fatturazione Maggio-Giugno.

DA LEGGERE: Canone Rai: l’Autorità risponde alle domande dei contraenti

Cosa fare se non c’è l’addebito del Canone in bolletta?

Come dicevamo, esonero dal pagamento del Canone o Bolletta bimestrale vecchia: queste le ragioni per cui nella bolletta di Luglio non hai trovato il Canone tv addebitato. Vediamo quindi a questo punto come è necessario procedere se ti sei accorto del mancato addebito della tassa radiotelevisiva in bolletta.

Se rientri nella categoria di coloro che sono tenuti al pagamento della tassa radiotelevisiva, in quanto possessori di un apparecchio tv, ma il pagamento della prima rata del Canone non risulta nella fattura della luce ricevuta nel mese di Luglio, allora la prima cosa che ti consigliamo di fare è quella di contattare il tuo fornitore elettrico o l’Agenzia delle Entrate chiedendo di verificare se la prima parte dell’imposta sia stata effettivamente corrisposta.

Se la tassa risulta correttamente pagata ma non è presente nella bolletta ricevuta a Luglio, allora non ti resta che attendere la prossima bolletta, ovvero quella che ha come periodo di fatturazione Luglio – Agosto, dove troverai l’addebito della prima rata del Canone.

Nel caso in cui la tassa televisiva risulti effettivamente ancora non corrisposta allora dovrai procedere alla compilazione del modello F24, il medesimo documento utilizzato per il pagamento del Canone Rai 2016 da parte dei contribuenti che non sono titolari di un contratto elettrico di tipo domestico residenziale o dai cittadini che possiedono una fornitura elettrica non interconnessa con la rete di trasmissione nazionale.