Il caldo e l'aumento delle temperature durante la bella stagione spingono ad usare, e talvolta abusare, dell'aria condizionata, generando inevitabili conseguenze sul fronte dei consumi energetici. Se anche tu ti stai chiedendo se è possibile risparmiare energia in casa in estate in questo articolo troverai tanti preziosi suggerimenti per ottimizzare l'impiego delle risorse energetiche e non temere pesanti rincari sui costi delle bollette. Seguendo i nostri consigli non solo riuscirai a risparmiare, ma anche a ridurre l'impatto ambientale generato dall'uso di questi dispositivi.

Prima di iniziare a proporti i nostri consigli, vogliamo fare una piccola precisazione dicendo che l'aumento dei consumi è spesso legato ad un uso scorretto dei condizionatori e alla scelta di tariffe sbagliate o magari non adatte alle proprie esigenze. Per questo suggeriamo spesso ai nostri lettori di non fermarsi alla prima tariffa del vecchio operatore ma di valutare più proposte. Solo in questo modo è possibile individuare e quindi scegliere l'offerta per l'energia più conveniente del mercato.

DA LEGGERE: GALA, Acea e Iren: le offerte energia con rimborso del Canone

Infine, un altro passaggio fondamentale per ridurre i consumi energetici durante la stagione estiva riguarda proprio la scelta del condizionatore d'aria. Infatti oltre alla valutazione dei costi, bisognerebbe prestare attenzione anche al tipo di tecnologia e alla classe energetica di appartenenza, sforzandosi poi di utilizzarlo in modo razionale. Detto questo possiamo passare ai nostri consigli.

Risparmiare energia in casa: partiamo dai condizionatori d'aria

Come dicevamo i condizionatori d'aria sono una delle principali cause dell'aumento dei consumi. Per limitarli consigliamo di scegliere modelli appartenenti a classi energetiche elevate, dalla classe A in sù, prediligendo i modelli con tecnologia inverter. In questo modo potrai impostare la temperatura e una volta raggiunta, il condizionatore ridurrà automaticamente l'impiego di energia.

Ricorda inoltre di sfruttare la funzione di deumidificazione, in modo da ridurre la presenza di umidità negli ambienti interni. Inoltre una volta azionato, ricorda di chiudere porte e finestre, in modo da favorire la diffusione dell'aria fresca anche nelle altre stanze vicine.

Chiudere le finestre e le persiane durante le ore più calde della giornata è un altro modo per limitare l'aumento della temperatura interna. Anche tenere le luci accese il meno possibile ti consentirà di limitare i consumi di energia elettrica e controllare la temperatura degli ambienti interni. Per le stesse ragioni cerca anche di limitare l'uso degli elettrodomestici, soprattutto quelli che sprigionano aria calda.

Dal bagno alla cucina: ecco cosa fare

In cucina limita l'uso del forno e delle piastre elettriche, in grado di assorbire molta energia in poco tempo di utilizzo. Quando cucini, ricorda di usare i coperchi per coprire le pentole. In questo modo riuscirai a bloccare la diffusione del vapore, e quindi del caldo e dell'umidità in cucina e negli altri ambienti.

In bagno ricorda invece di limitare l'uso dell'asciugacapelli, magari approfitta proprio del caldo estivo per asciugare i capelli all'aria aperta. Cerca poi di concentrare le docce nelle prime ore della giornata, quando la temperatura è ancora fresca, oppure a fine giornata. Inoltre cerca di limitare l'uso dell'acqua calda, soprattutto se possiedi uno scaldabagno.

Nelle altre stanze controlla che non ci siano dispositivi elettronici in modalità stan-by, ad esempio televisioni e computer, infatti anche se non funzionanti continuano ad assorbire energia. Anche lasciare il caricabatterie del cellulare inserito nella presa della corrente genera sprechi.

All'esterno cerca invece di dotare terrazze e balconi di tende da sole e ombrelloni, in modo da creare un ambiente confortevole dove trascorrere qualche ora. Anche la presenza di piante può essere un buon modo per generare fresco, sia all'esterno che in casa. Bene, fatto questo non dovrai fare altro che rilassarti e goderti le vacanze.