L'estate è ufficialmente iniziata e le città hanno già cominciato a svuotarsi. Ed è proprio con l'inoltrarsi del periodo estivo che, ogni anno, si registra un aumento del rischio truffe.

Le vittime maggiormente colpite sono generalmente gli anziani che vengono raggirati nei modi più disparati: fantomatici parenti lontani che si presentano su due piedi presso le loro abitazioni per chiedere delle somme in denaro, ad esempio.

Ma il raggiro più diffuso resta quello dei falsi operatori delle compagnie energetiche che riescono a entrare nelle loro case, con la scusa di un guasto, di dover effettuare la lettura dei consumi o per proporgli una nuova offerta luce - gas, per poi rubare oggetti di valore e denaro dei poveri malcapitati. A riprova di questa situazione ci sono, ad esempio, le numerose segnalazioni che in questi giorni sono già arrivate agli operatori di Enel Energia, nello specifico da alcune zone nei pressi di Massa e Carrara.

Ecco che quindi la compagnia energetica, al fine di tutelare i propri consumatori, torna a fornire alcuni semplici consigli così da evitare di essere cadere nella trappola dello sconosciuto che si spaccia come operatore Enel Energia. Vediamo quindi nel dettaglio quali sono le raccomandazioni presenti nel Vademecum Enel Energia di quest'anno.

Vademecum Enel Energia: chiedi di esibire il tesserino

Qualora anche tu ti dovessi trovare in una situazione a rischio come quella sopra descritta e quindi ti dovessi trovare sulla soglia di casa un ipotetico operatore Enel Energia che chiede di introdursi nella tua abitazione per fare un controllo, la prima cosa che devi fare è quella di chiedere l'esibizione del tesserino Enel Energia.

Devi infatti sapere che a tutti i dipendenti Enel Energia, così come a quelli di ogni altra compagnia energetica, viene assegnato un tesserino plastificato con logo aziendale, dati personali e foto identificativa. Di conseguenza, gli operatori che girano di casa in casa per effettuare misurazioni e riparazioni di eventuali guasti, così come gli agenti specializzati che presentano a domicilio le offerte Enel Energia, devono averlo sempre con loro.

Riassumendo, se qualcuno si presenta a casa tua a nome della società elettrica, ricordati sempre di richiedere di poter prendere visione del tesserino aziendale e di chiedere informazioni sull'azienda magari facendoti anche lasciare i recapiti telefonici per effettuare eventualmente altre verifiche.

Inoltre, tieni conto che molto spesso le visite degli agenti commerciali di Enel Energia, allo stesso modo di quelli delle altre società gas e luce, sono annunciate da volantini pubblicitari sui quali è specificato che si tratta della Società di Enel Energia che opera nel mercato libero.

DA LEGGERE: Bollette Enel Energia: attenzione alle truffe

Vademecum Enel Energia: verifica del contatore

Come abbiamo già detto, fra le diverse strategie impiegate dai malviventi che si spacciano per operatori Enel Energia, c'è anche quella di richiedere all'utente di poter verificare il contatore della luce Enel Energia.

A questo proposito è importante ricordare che questa compagnia energetica effettua sì periodicamente controlli sui contatori al fine di verificarne il suo corretto funzionamento ma solo sulla rete a monte dei contatori del gruppo e, quindi, non sugli impianti elettrici collocati all'interno delle abitazioni private.

Perciò, diffida di un presunto operatore che chiede di introdursi in casa tua e richiede sempre e comunque il tesserino identificativo di Enel Energia.

Diffida inoltre dei casi in cui un ipotetico agente commerciale ti comunica che devi necessariamente cambiare contratto energetico: i clienti di Enel Energia sono infatti sempre liberi di decidere se aderire o meno alle proposte che gli vengono proposte. Qualora fossi interessato a ricevere maggiori informazioni al riguardo ti consigliamo allora di leggere anche la guida su come difendersi dalle truffe sui contratti di energia redatta dagli esperti di SuperMoney.

Vademecum Enel Energia: no transazioni economiche a domicilio

Infine, fra gli utili consigli presenti all'interno del Vademecum Enel Energia, ve ne è un ultimo particolarmente rilevante, ovvero quello di non accettare mai nessuna transazione economica a domicilio. Qualora ti dovesse essere avanzata una richiesta del genere è molto probabile che ti trovi nel bel mezzo di una truffa. Enel Energia, infatti, sottolinea che nessuna forma di riscossione o restituzione di somme di denaro viene da lei effettuata a domicilio.

Per riassumere, questi sono le accortezze che Enel Energia ti invita a seguire al fine di non rimanere anche tu vittima di questa tipologia di truffe:

  • chiedere sempre di esibire il tesserino di riconoscimento Enel Energia;
  • diffidare dagli operatori che chiedono di introdursi nell'abitazione per verificare il contatore elettrico Enel Energia;
  • non effettuare mai transazioni economiche a domicilio.