Risparmiare su luce e gas in casa è il sogno di tutti i consumatori italiani spesso alle prese con le continue oscillazioni dei prezzi del mercato e delle materie prime, che riversano i loro effetti proprio sui bilanci delle famiglie. Come spesso ricordiamo ai nostri lettori, un buon modo per contenere le spese delle utenze domestiche è scegliere una tariffa energetica conveniente cercando di adottare uno stile di consumo attento e razionale, in modo da evitare inutili sprechi.

Se quindi anche tu sei stanco di pagare bollette salate ma non sai come risparmiare sui consumi di luce e gas di casa, non ti resta altro che cambiare il tuo stile di consumo e quindi adottare una vera strategia orientata al risparmio. La prima cosa che dovrai fare sarà scegliere una tariffa energetica, ovvero in linea con le tue esigenze di consumi e stili di vita, cercando quindi di orientare la tua ricerca anche verso compagnie energetiche nuove, in grado di garantirti una maggiore risparmio. In questo caso potrai utilizzare il nostro comparatore e quindi rendere la tua ricerca più rapida ed efficace.

Da leggere: Come cambiare operatore di luce a gas?

Risparmiare luce e gas in casa: partiamo dalla cucina

Una volta scelta la tua nuova compagnia energetica e la tariffa più adatta alle tue esigenze non dovrai fare altro che analizzare gli stili di consumo della tua famiglia, passando in rassegna tutte le varie stanze della vostra abitazione, partendo proprio dalla cucina che rappresenta il luogo dove si trovano più elettrodomestici. Frigo, lavatrice, lavastoviglie, forno e utensili elettrici vari sono la principale fonte di consumo e possono esercitare un notevole peso sui costi della bolletta se usati in modo sbagliato.

Se quindi vuoi risparmiare luce e gas in casa la prima cosa che dovrai fare è leggere le etichette energetiche degli elettrodomestici e controllare che appartengano ad una classe energetica elevata, meglio se a partire da A in su, quindi A+, A++ e A+++. La seconda regola è cercare di azionarli sono a pieno carico, preferendo lavaggi a basse temperature. Nel caso del frigorifero e surgelatori ricorda poi di lasciare sempre uno spazio di almeno 10 cm rispetto al muro, in modo da evitare il surriscaldamento del motori.

Anche l'utilizzo frequenti dei tanti piccoli elettrodomestici - sbattitore, forni elettrici e a microonde, frullatori vari - può essere un'ulteriore fonte di spreco. In questi casi cerca di dosare bene il loro impiego e magari, superando la pigrizia, compiere le varie funzioni manualmente. Inoltre, come regola generale ricorda di effettuare periodicamente tutte le operazioni di manutenzione previste.

Risparmiare: qualche regola generale da non dimenticare

Oltre alla scelta di dispositivi appartenenti a classe energetiche elevate, ci sono altre "regole universali" che consentono di risparmiare luce e gas in casa:

· evitare di lasciare i dispositivi in stand-by, perché anche in questa modalità c'è un consumo di energia;

· controllare periodicamente lo stato di infissi, porte e finestre per evitare spifferi e inutili perdite di calore;

· cercare di sfruttare il più possibile la luce naturale, utilizzando tendaggi leggeri;

· effettuare periodicamente le varie attività di manutenzione prevista per la caldaia e i sistemi di riscaldamento;

· nel caso dei consumi derivanti dal riscaldamento, cercare di eliminare ogni ostacolo davanti ai radiatori, in modo da favorire la diffusione del calore nell'ambiente.