Per le famiglie in difficoltà economica, l'Autorità per l'Energia (Aeegsi) ha previsto la possibilità di risparmiare sulle tariffe luce e gas grazie al bonus elettrico e al bonus gas, che danno diritto ad uno speciale sconto sulle bollette. Un'agevolazione che può essere richiesta già da diversi anni, ma che forse è ancora troppo poco conosciuta tra consumatori. Negli ultimi 5 anni, spiega l'Aeegsi, solo 1 famiglia su 3 tra le aventi diritto ha presentato richiesta per ottenere il bonus elettrico o il bonus gas. Di queste, il 30% non ha rinnovato la richiesta, forse nella convinzione che le agevolazioni non venissero rinnovate l'anno successivo. Per questo motivo l'Authority ha lanciato la campagna informativa Bonus a Sapersi, così da far sapere a tutti condizioni e modalità di accesso al bonus luce e gas.

Bonus luce e gas: chi ha diritto allo sconto in bolletta?

In particolare, possono richiedere il bonus luce e gas le famiglie in difficoltà economica, con Isee inferiore a 7.500 euro, oppure le famiglie numerose con più di 3 figli e con Isee inferiore a 20.000 euro. L'importo del bonus viene scontato direttamente sulle bollette luce e gas, suddiviso in rate nelle 12 mensilità dell'anno per il quale è stata richiesta l'agevolazione. Il valore dell'agevolazione viene stabilito di anno in anno dall'Autorità per l'Energia e varia a seconda del numero dei componenti della famiglia.

Per quanto riguarda il bonus elettrico 2016, il valore economico dell'agevolazione è di:

· 80€ per le famiglie composte da 1-2 membri

· 93€ per le famiglie composte da 3-4 membri

· 153€ per le famiglie con oltre 4 membri

Per quanto riguarda il bonus gas 2016, il calcolo dell'importo tiene conto, oltre che della numerosità del nucleo familiare, anche della zona climatica di residenza. In Italia vi sono infatti 6 zone climatiche, che vanno dalla A (più calda) alla F (più fredda).

Per le famiglie fino a 4 membri gli importi del bonus gas 2016 sono i seguenti:

· Uso acqua calda e/o cottura – 31€ per tutte le zone climatiche

· Uso acqua calda e/o cottura e riscaldamento:

o 74€ per la zona A/B

o 91€ per la zona C

o 120€ per la zona D

o 150€ per la zona E

o 189€ per la zona F

Per le famiglie con più di 4 componenti gli importi stabiliti dall'Aeegsi sono:

· Uso acqua calda e/o cottura – 49€ per tutte le zone climatiche

· Uso acqua calda e/o cottura e riscaldamento:

o 103€ per la zona A/B

o 133€ per la zona C

o 175€ per la zona D

o 213€ per la zona E

o 274€ per la zona F

Ricordiamo inoltre che il bonus luce e gas è disponibile anche per disagio fisico ed è riservato alle famiglie in cui un componente è affetto da gravi problemi di salute che lo costringono ad utilizzare apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita. I bonus per disagio economico e fisico possono essere richiesti entrambi, qualora vi siano i requisiti.

Quando presentare la domanda per il bonus luce e gas 2016?

Per gli aventi diritto c'è tempo fino al 29 febbraio 2016 per richiedere o rinnovare il bonus elettrico o il bonus gas, o entrambi. Il termine è stato infatti prorogato rispetto a quello originale previsto per il 31 gennaio, al fine di andare incontro alle esigenze delle famiglie in difficoltà dando loro più tempo per poter ottenere la certificazione Isee relativa al 2016. Nel caso di rinnovo del bonus luce e gas entro il termine del 29 febbraio la continuità dello sconto in bolletta è comunque assicurata, anche se il periodo di agevolazione scadeva il 31 gennaio 2016.

Ricordiamo che la domanda va presentata presso il proprio Comune di residenza, oppure presso altro ente designato dal Comune (es. Caf). La modulistica per la richiesta del bonus luce e gas è reperibile sul sito dell'Aeegsi, ma anche presso i Comuni. Sempre sul sito dell'Autorità per l'Energia si possono inoltre trovare tutte le istruzioni sugli allegati da presentare.