Buone notizie per i consumatori italiani in termini di energia. Dopo che l’Indagine Istat ha visto l’Italia al di sotto delle medie europee per i consumi energetici, arriva la notizia che dal primo gennaio del 2016 le bollette dell’energia elettrica nel Belpaese subiscono un doppio ribasso. A scattare la fotografia sulle bollette meno care è stata l’ Autorità per l’energia elettrica che, nella cornice dell’aggiornamento delle condizioni economiche di riferimento sia per i nuclei familiari sia per i piccoli consumatori relativamente ai primi tre mesi del 2016, ha messo nero su bianco le previsioni per il prossimo anno che parlano del risparmio di energia.

Bollette meno care, la fotografia dell’Autorità Energia

Per ogni nucleo familiare, secondo quanto riportato, si prevede infatti che le bollette della luce si ridurranno dell’1,2% anno su anno. Segnali ancora più positivi arriveranno invece dalle bollette del gas che registreranno una discesa più ripida. Per ogni nucleo familiare infatti si prevede che la diminuzione dei costi sulla bolletta del gas si attesterà a quota 3,3 per cento anno su anno.

DA LEGGERE: Bonus energia 2016: in arrivo nuove risorse

Il risparmio sulla bolletta della luce e sulla bolletta del gas, archiviati i 12 mesi dell’anno, complessivamente farà risparmiare ad ogni nucleo familiare in media la somma di 60 euro rispetto ai costi dell’anno precedente. Per massimizzare ulteriormente il risparmio è necessario scegliere l’offerta di luce e gas giusta.

Cala la spesa delle bollette nel 2016, i numeri

Nello specifico, per quanto riguarda il consumo di energia elettrica, ogni nucleo familiare sosterrà una spesa che sfiorerà quota 505 euro complessivi nell’arco temporale che va dal primo aprile 2015 al 31 marzo 2016. Le bollette relative ai consumi di energia elettrica dunque nel periodo considerato accuseranno un calo dell’1,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente ossia nel periodo compreso tra il primo aprile 2014 e il 31 marzo 2015. In termini monetari, il risparmio ammonterà a circa 7 euro per nucleo familiare sull’anno considerato.

Quanto ai consumi di gas, nel periodo la spesa di ogni nucleo familiare si attesterà in media attorno a quota 1.093 euro, con una diminuzione di 4,4 punti percentuali anno su anno. In questo caso, il risparmio sarà molto più consistente in quanto si attesterà attorno a quota 50 euro nell’arco temporale compreso tra il primo aprile 2015 e il 31 marzo 2016.