La bolletta di luce e gas peserà ancora di più sui consumatori con il brusco calo delle temperature invernali. Secondo quanto previsto dall'Osservatorio SuperMoney Energia la spesa media che gli italiani affrontano per il consumo di energia aumenta di 93,27 euro rispetto al 2014.

Sulla scia dell 'analisi delle spese di luce e gas per il 2014 effettuato l'anno scorso anche quest'anno gli esperti dell'Osservatorio SuperMoney calcolano l'ammontare delle spese per le utenze domestiche sostenute dagli italiani nel corso dei dodici mesi chiusi nel settembre 2015.

Dallo studio è emerso un aumento dei costi per le utenze domestiche nel 2015 soprattutto a seguito dei rincari delle bollette del gas che sono aumentate di circa 95 euro rispetto allo scorso anno. Complice l'incremento dei prezzi delle materie prime che per l'elettricità crescono del 3,4% mentre per il gas del 2,4% secondo i dati dell'Aeegsi.

Il sud, l'area più penalizzata

Guardando allo spaccato geografico, nell'anno chiuso lo scorso settembre le regioni più colpite dall'aumento della bolletta del gas sono state quelle del sud che hanno speso in media 998,80 neuro a famiglia. La spesa media al Nord si è attestata a quota 994,69. Le differenze di costo, prosegue l'Osservatorio SuperMoney, è ad ogni modo minima ma non irrilevante considerando che al Nord, dove le temperature sono più rigide, si consumano in media 1.209 metri cubi di gas l'anno, contro i 1043 metri cubi all'anno registrati al Sud.

DA LEGGERE: Caldaia a condensazione: perché conviene?

Fanno leggermente controtendenza i costi sostenuti per i consumi di energia elettrica che si sono attestati in calo di 1,75 euro in media rispetto al 2014. La spesa media delle famiglie italiane a settembre si è attestata attorno a quota 581,30 euro, in calo di 1,75 euro rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Anche in questo caso le più penalizzate sono le regioni del sud. Le bollette delle famiglie meridionali nell'anno in esame si sono attestate attorno a quota 601,51 euro contro i 561,09 spesi nell'area settentrionale.

Non si rivelano ottimistiche neanche le previsioni per il futuro. Gli esperti infatti stimano che la bolletta del gas arriverà a toccare quota 1.021 euro annui al termine del 2015, in crescita di 120 euro rispetto al 2014.

Stesso discorso si fa anche per l'energia elettrica che vedrà aumentare le bollette di circa 20 euro annui rispetto al 2014.