La riduzione delle emissioni di gas serra dovuta al passaggio di E.ON alla bolletta elettronica e all'utilizzo del vocal order nel 2014 si è attestata a 33 t di CO2e.

E' quanto emerge da uno studio della ESCo AzzeroCO2 che per analizzare la performance ambientale della multinazionale energetica ha messo sotto la lente le emissioni di CO2e generate dalla bollettazione, sia nel formato cartaceo che elettronico, per i servizi di fornitura di metano ed energia elettrica.

Bolletta elettronica e cartacea a confronto

L'analisi, oltre a quantificare i consumi associati all' energia, alla carta e finanche ai trasporti contemplati la consegna delle bolletta, ha indagato l'impatto ambientale legato alla stipulazione del contratto di fornitura tramite l'utilizzo di modulistica cartacea oppure per via del call center attraverso la funzione vocal order.

DA LEGGERE: Bollette luce e gas: ridurre i costi, tutelando l'ambiente e le sue risorse

Ne è risultato che il passaggio dal sistema di bollettazione cartaceo alla bolletta elettronica ha dato vita a un risparmio di 31,8 t di CO2e. Buona notizie arrivano anche dal servizio di sottoscrizione tramite vocal order che ha generato un risparmio pari a 1,3 tonnellate di CO2e, sempre nello stesso anno.

Analisi E.ON, parlano Acquistapace e Vezzil

L'approccio innovativo adottato da E.ON è stato vincente per Cristian Acquistapace, Direttore Mass Market di E.ON Energia in quanto innanzitutto pone il cliente al centro della strategia della multinazionale energetica che per prima ha inserito un'applicazione mobile. "Con il supporto di AzzeroCO2 – ha proseguito Acquistapace - abbiamo verificato il vantaggio che comporta il passaggio all'elettronico, ci siamo fissati nuovi obiettivi di miglioramento in questo campo, anche considerando successo dell'iniziativa che ha portato un raddoppio dei clienti aderenti alla bolletta digitale dal 2014 a oggi".

Gli fa eco, Alessandro Vezzil, Responsabile Commerciale di AzzeroCO2, che ha sottolineato: "Commissionandoci tale studio E.ON dà dimostrazione di voler approfondire l'impatto aziendale dei propri servizi, di essere costantemente alla ricerca di nuove soluzioni e di ridurre gli impatti ambientali"