Con l'avvicinarsi della stagione invernale e il progressivo calo delle temperature tornano ad aumentare i costi delle bollette di luce e gas che rappresentano una delle principali fonti di spese per le famiglie italiane. La situazione sembra essere destinata a peggiorare anche a causa degli aumenti dei costi delle materie prime partiti dallo scorso mese di ottobre, che già preannunciano un inverno ancora più rigido soprattutto dal punto per i costi dei bilanci familiari.

Come spesso raccomandiamo ai nostri lettori, utilizzare in modo razionale le risorse energetiche cercando di evitare inutili sprechi è il modo migliore per contenere i costi delle bollette di luce e gas. La prima cosa da fare in questi casi è scegliere un tariffa energetica conveniente e il linea con le proprie esigenze di consumo. Le proposte non mancano di certo, basti pensare all'ampia offerta di soluzioni energetiche di Enel, di Edison oppure Acea e tutti gli altri operatori del mercato, ognuna pensata per soddisfare specifiche tipologie di clienti.

Da leggere: Luce e gas: le bollette saranno rateizzabili

I consumi nazionali di luce e gas aumenteranno dal prossimo 1° dicembre, quando si concluderà la riaccensione degli impianti di riscaldamento in tutta Italia, facendo crescere del +40% il consumo energetico a livello europeo. Oltre a determinare la crescita degli importi delle bollette di luce e gas, con il maggiore utilizzo delle risorse energetiche aumenteranno anche le emissioni di anidride carbonica – circa il 25% in più - e di altre sostanze inquinanti nell'aria.

Ma cosa si può fare per ridurre i costi delle bollette di luce e gas e tutelare l'ambiente?

Il binomio consumi energetici e tutela dell'ambiente sarà presto il tema di uno dei più importanti eventi di settore organizzato da Mce Lab, l'osservatorio sul vivere sostenibile promosso da MCE – Mostra Convegno Expocomfort. Una mostra-convegno che si terrà a Milano da 15 al 18 marzo per promuovere le ultime novità sul vivere sostenibile e sulle ultime soluzioni in materia di efficienza energetica. Un evento rivolto al settore business ma anche alle famiglie e ai singoli consumatori.

Infatti è proprio a questa specifica fetta di mercato a cui MCE Lab offre il proprio aiuto per adottare comportamenti virtuosi ed efficienti, cercando di responsabilizzare anche i bambini a partire dalla più tenera età. Ecco alcuni suggerimenti:

- Ridurre la durata delle docce e chiudere l'acqua quando ci si lava i denti, o in tutte quelle situazioni che possono provocare sprechi. Per avere maggiore consapevolezza della quantità di acqua sprecata basterebbe semplicemente chiudere il tappo del lavandino.

- Evitare dispersioni di calore. Se l'impianto di riscaldamento è in funzione è meglio evitare di tenere aperte porte e finestre per limitare la dispersione dell'aria calda.

- Non collocare alcun tipo di ostacolo davanti o sopra i termosifoni. Questo vuol dire anche non usare dei tessuti molto pesanti per i tendaggi, evitando di collocare mobili o qualunque altro tipo di ostacolo davanti ai caloriferi.

- Spegnere le luci ed evitare di lasciare in modalità stand-by tutti i dispositivi elettronici presenti in casa. Lasciare le luci accese e tenere ad esempio la tv in modalità stand-by è uno dei comportamenti più diffusi tra i consumatori, oltre che le principali fonti di spreco.

- Dotarsi di valvole termostatiche e accendere gli impianti solo quando si è in casa. Le valvole termostatiche sono dei semplici dispositivi da installare sui termosifoni grazie ai quali è possibile impostare la temperatura interna e regolare il flusso di acqua calda, deviando il suo corso verso altre utenze o diminuendone la portata complessiva. Una soluzione efficace che potrebbe determinare un risparmio in bolletta fino al 15%.