L'energia eolica rappresenta una delle risorse rinnovabili più diffuse e più apprezzate in Europa, come confermato anche un recente studio condotto da un istituto di ricerca europeo. Oltre ai grandi vantaggi per l'ambiente, le sue preziose risorse e la salute dell'uomo, lo sviluppo delle energie rinnovabili è anche favorito da evidenti motivi di carattere economico, primi fra tutti il calo dei prezzi in bolletta. Tutte ragioni che hanno spinto sempre più imprese e i privati a confrontare le offerte per l'energia elettrica proposte dal mercato per individuare quali operatori energetici adottano questi tipi di risorse.

A tal proposito occorre precisare che ogni compagnia propone diverse soluzioni, con tariffe adatte ad ogni tipo di esigenza o abitudine di consumo. Per semplificare la scelta vi suggeriamo di valutare con attenzione ogni singola proposta, analizzando soprattutto i costi e le condizioni contrattuali proposte. Informandovi su Edison, o su Eni o ancora su Acea e tutte le altre compagnie energetiche potrete quindi avere il quadro generale dell'offerta e scegliere senza troppe incertezze quella giusta per voi.

Da leggere: Come risparmiare sulla bolletta della luce

Energia eolica: una preziosa risorsa per l'Europa

Secondo un recente studio condotto dall'istituto Joint Research Centre (Jrc) della Commissione Europea, l'energia eolica avrebbe registrato nel corso degli ultimi anni una straordinaria crescita arrivando a coprire nel 2015 l'8% dell'intero fabbisogno di elettricità dell'Europa. Per avere idea di cosa significhi questo valore basti pensare che l'attuale produzione di energia ottenuta dal vento potrebbe coprire il consumo energetico annuale di Belgio, Olanda, Grecia e Irlanda.

Un trend di crescita straordinario che potrebbe arrivare a toccare nel 2020 valori pari al 12%, avvicinando l'intera Europa agli ambiziosi obiettivi fissati dal "pacchetto clima-energia 2020". L'obiettivo stabilito dall'accordo internazionale prevede infatti uno sviluppo delle energie rinnovabili tale da coprire il 20% dell'intera richiesta di energia da parte di tutti gli Stati europei.

Fattori alla base dello sviluppo

Tra gli elementi che hanno favorito la diffusione dei sistemi di produzione di energia eolica rientrano senza dubbio tutti gli interventi mirati a sensibilizzare l'opinione pubblica sulle problematiche ambientali e i relativi provvedimenti presi da ogni singolo Stato. A tutto questo si somma anche la crescente evoluzione tecnologica delle turbine eoliche.

Basti pensare alla continua crescita della capacità cumulativa dell'eolico allacciato alla rete elettrica, passata in soli vent'anni da 3 a 370 GW. Secondo i dati forniti da JRC il 2014 è stato un anno record, con una richiesta di installazioni senza precedenti, i dati parlano di un incremento del 48% rispetto al 2013 e del 17% rispetto al 2012.

Nonostante la crescita generale dell'energia eolica, la Danimarca, il Portogallo, l'Irlanda, la Spagna, la Romania e la Germania si sono distinte da tutte le altre Nazioni europee, rappresentando dei veri esempi "di eccellenza". La loro capacita di generare energia elettrica dal vento oscilla infatti tra valori compresi tra il 10 e il 40%