Il fotovoltaico italiano presenta ottimi margini di miglioramento e le prospettive future sono più che positive. Gli investimenti nelle rinnovabili si sono intensificati negli anni, si va verso l’ecosostenibilità, l’ottimizzazione delle risorse, l’abbattimento dei costi. Le bollette domestiche, d’altronde, hanno visto lievitare i propri oneri nel corso degli anni, i cittadini ricercano nuove soluzioni e vagliano le opportunità del mercato libero, hanno l’opportunità di informarsi su Enel e le sue soluzioni, quelle di Eni, Edison e degli altri operatori, di setacciare il web alla ricerca di occasioni di risparmio. Parallelamente cresce la consapevolezza sulle potenzialità del comparto green, che si esprime in termini di sostenibilità e rispetto per l’ambiente.

Solarexpo 2015: si punta sul fotovoltaico

Esplorare le frontiere dei diversi mercati, porre le varie tariffe sull’energia a confronto, conoscere le innumerevoli evoluzioni della green economy. Il settore energetico è quello che si presenta come il più soggetto a nuove configurazioni, apre a orizzonti nuovi, la tecnologia sostiene il cambiamento. La sedicesima edizione del Solarexpo - The Innovation Cloud, organizzata alla Fiera Milano Congressi fra l’8 e il 10 aprile 2015, si pone l’obiettivo di fare il punto sull’andamento dell’industria del fotovoltaico in Italia, fissando obiettivi a breve termine ambiziosi ma concretamente realizzabili.

LEGGI ANCHE: Fotovoltaico: in arrivo il modello unico per i piccoli impianti

1 gigawatt l’anno di potenza installata nel settore fotovoltaico in tutto il territorio nazionale. Questo, nello specifico, è il traguardo prefissato dagli organizzatori, che puntano a un’emancipazione sempre più importante dell’energia solare all’interno del contesto energetico italiano. Per raggiungere l’obiettivo sarebbe necessario installare 100 mila nuovi impianti solari l’anno, grazie al coinvolgimento di privati, realtà industriali e del terziario. Si tratta di un traguardo ambizioso ma non impossibile, considerato anche lo stato di salute del comparto solare in italia e l’indotto in grado di generare in termini ambientali ed economici.

Le tematiche dell’evento

Oltre a fissare obiettivi per il futuro, il Solarexpo 2015 sarà un momento importante anche per fare il punto sulla situazione fotovoltaico. L’Italia sta affrontando una fase di transizione innescata dalla cessazione di concessione degli incentivi governativi, il fotovoltaico necessita ora di dotarsi di strutture e organizzazioni tali da rendersi autosufficiente.

Durante l’evento verranno approfondite importanti tematiche relative al rapporto fra le tecnologie rinnovabili e quelle del risparmio energetico, sulla strada di una cooperazione volta a potenziare entrambi gli ambiti. L’obiettivo è quello di acquisire un’autonomia energetica crescente, che si tradurrebbe anche in un abbattimento dei costi in bolletta.