I consumi energetici, specialmente negli ultimi anni, stanno causando più di qualche incubo alle famiglie italiane, zavorrate come sono da una serie di incrementi che mina la loro (la nostra) stabilità economica. Per ridurli, fortunatamente, i rimedi non mancano. Su internet, ad esempio, diversi portali consentono di porre le tariffe Luce e Gas dei fornitori a confronto, di comparare i prezzi dei pacchetti sull'energia elettrica, di valutare quale tipo di tariffa al consumo sia più adatta alle proprie esigenze di spesa.

Consumi energetici, il web in soccorso delle famiglie

La ventata di liberalizzazioni che ha coinvolto anche il comparto energetico ha reso il mercato molto più frizzante e concorrenziale; porre Illumia e i suoi costi a confronto con quelli di Eni, Edison e degli altri operatori aiuta i consumatori a individuare interessanti prospettive di risparmio. Internet agisce in favore delle famiglie, fornisce risorse prima sconosciute. E i comparatori online ne sono solo una delle dimostrazioni.

Ridurre gli sprechi divertendosi

Il web ha anche sdoganato, tra le miriadi di altre cose, i Serious Game, giochi digitali che si pongono finalità educative o istruttive oltre che ludiche. La società milanese Smartdhome, spalleggiata dalle partner Sysman, Essediesse e il Politecnico di Torino, ha scelto di promuovere il progetto europeo Esgp – Energy Saving Game Platform; il progetto prevede la realizzazione di una piattaforma di energy saving attraverso cui stimolare la gente a sviluppare abitudini di consumo più sagge, riducendo sprechi e costi.

Per i più bravi c'è anche il premio

Il gioco, nelle sue modalità di funzionamento, è semplice: i partecipanti dovranno, una volta scaricata l'APP, seguire le indicazioni e i consigli illustrati, imparando così a ridurre i consumi energetici. Ovviamente, più gli utenti saranno in grado di seguire i dettami forniti dall'APP, maggiori saranno i punti conquistati. Ma in palio non c'è solo la gratificazione di vincere, né l'appagamento derivante dall'aver saputo contrarre gli sprechi; migliorando il proprio profilo di consumo, infatti, i giocatori riceveranno in premio agevolazioni e sconti, utilizzabili, ad esempio, per acquistare prodotti eco e a km zero.

Motivazione intrinseca e estrinseca

La logica del progetto fa leva sul doppio aspetto motivazionale che ne scaturisce: da una parte, la motivazione intrinseca legata alla competizione stimola alla partecipazione e all'apprendimento; dall'altra, la motivazione estrinseca derivante dalla prospettiva di aggiudicarsi dei premi incoraggia maggiormente a prendere parte al gioco. E giocando, i consumi energetici vanno giù.