La bolletta del gas è una di quelle preoccupazioni che non pesano tanto sulle spalle delle famiglie, perché fino a che esiste il servizio di maggior tutela, le cui condizioni economiche e contrattuali sono stabilite dall’AEEGSI e vengono aggiornate periodicamente seguendo l’andamento del mercato, possiamo dormire sonni tranquilli. Ma dal 30 giugno 2015 non sarà più così, perché il servizio a maggior tutela cesserà di esistere, e allora bisognerà affidarsi ad una scelta ponderata degli operatori di energia. Diventerà allora fondamentale mettere le tariffe di luce e gas a confronto, per trovare la più vantaggiosa.

Perché l’unica alternativa possibile sarà quella di rivolgersi al mercato libero, i cui vincoli sono stabiliti direttamente tra il cliente e il fornitore, mentre il costo del servizio rimane generalmente bloccato per uno o due anni, con un immediato beneficio sulla bolletta del gas. E informandosi su Illumia e i suoi prodotti e confrontandoli con GDF Suez, a2a, Enel e gli altri fornitori di energia, si potrà evitare di avere una sorpresa sulla bolletta del gas, e magari scegliere l’opzione a prezzo fisso, per tutelarsi nel momento in cui i costi del gas dovessero aumentare.

I consigli di SuperMoney

Secondo gli esperti dell’Osservatorio SuperMoney il mercato diventerà “più vivace”, con conseguenze dirette sulla bolletta del gas, in quanto sarà più sensibile alle oscillazioni degli equilibri economico-finanziari internazionali. L’amministratore delegato di SuperMoney, Andrea Manfredi, consiglia agli utenti di “giocare d’anticipo, attuare una vera strategia di difesa che, partendo dall’accesso ad informazioni chiare e trasparenti, passi al confronto delle tante offerte presenti sul mercato”.

Switching e prezzi bloccati

Manfredi inoltre sottolinea che la scelta del prezzo bloccato è un’ottima soluzione. In questo periodo, quindi, molto probabilmente si assisterà al fenomeno dello “switching”, ovvero la migrazione dei clienti del mercato a maggior tutela verso quello libero, in cui i prezzi sono più concorrenziali e più bassi.

Gli strumenti a disposizione del cittadino

Per evitare brutte sorprese, ci si può rivolgere direttamente all’AEEGSI, l’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico, che mette a disposizione dei cittadini l’Atlante dei diritti del Consumatore di Energia, dove si possono trovare tutte le informazioni utili di cui si può avere bisogno. Inoltre, sul sito dedicato esiste anche lo Sportello Reclami, dove si possono segnalare eventuali disservizi, porre questioni e avanzare proposte.

Per poter ottenere un reale risparmio sulla bolletta del gas, sarà fondamentale l’aiuto degli esperti di SuperMoney della divisione Energia, che metteranno la loro professionalità ed esperienza maturata nel settore al servizio dei clienti.