Buone notizie in arrivo anche per i cittadini liguri sul fronte dei consumi e dei costi dell'energia elettrica. Solo ieri è stato presentato il progetto ELENA European Local Energy Assistance della Banca Europea degli Investimenti BEI. Si tratta di un importante provvedimento che porterà nei prossimi mesi molti comuni della provincia ad adeguarsi ai parametri europei in materia di costi per l'energia elettrica, produzione di energia da fonti rinnovabili e miglioramento dei sistemi produttivi. Un intervento mirato a tagliare i costi dell'energia elettrica sempre più esposti ai continui rincari del mercato. Infatti il costo dell'energia esercita un notevole peso nei bilanci degli italiani, spesso portati a confrontare le tariffe dell'energia elettrica proposte dal mercato, per trovare quella giusta che consenta di risparmiare.

In una prospettiva a lungo termine e a seguito delle innovazioni introdotte, molti gestori saranno quindi costretti a rivedere le politiche tariffarie interne e di riflesso molti utenti dovranno rivalutare le condizioni contrattuali ed informarsi su Eni e le sue offerte, su Edison e tutte le proposte degli altri operatori del settore, per verificare se i provvedimenti introdotti hanno generato cambiamenti nelle tariffe per la fornitura di energia elettrica. Nel corso degli ultimi anni il problema del risparmio energetico ha sempre più attirato l'attenzione dell'opinione pubblica diventando oggetto di studi, ricerche e progetti finalizzati a ridurne i costi. Il progetto ELENA è infatti l'ultimo di una lunga lista di iniziative, che hanno già spinto Milano, Modena, Chieti e Padova ad attivarsi con strumenti concreti per diminuire il consumo energetico, ridurre le emissioni inquinanti e ottenere così dopo pochi anni dei significativi risparmi sul costo dell'energia elettrica.

Nel caso della città di Savona, l'Ente Provinciale, principale promotore del progetto, ha avuto nei mesi scorsi il compito di svolgere tutte le indagini ed i preparativi necessari all'avvio del progetto e oggi ha il compito di gestire, d'intesa con i Comuni e gli altri partners, l'intero programma di investimento, il monitoraggio dei risultati e la diffusione delle procedure e delle metodologie sviluppate. Per questi compiti la Commissione Europea ha assegnato alla Provincia di Savona un cofinanziamento di 1,3 milioni di euro. A garanzia del corretto svolgimento delle operazioni sarà istituito uno staff composto da esperti interni ed esterni all'Ente che si occuperà di determinare le procedure operative, i metodi di monitoraggio, le modalità di verifica delle diagnosi energetiche sostenendo i Comuni in questa unica e strategica opportunità.