Tenere d'occhio i consumi di energia delle nostre abitazioni è una prassi assai comune, i cittadini italiani hanno ormai imparato che ridurre gli sprechi equivale a risparmiare e consente di ridurre notevolmente le dannose emissioni di Co2. Adottare un consumo ecosostenibile, però, vuol dire anche scegliere con cura la compagnia per la fornitura elettrica, operando un'attenta riflessione sulle personali abitudini di consumo di ciascuno. Al fine di una scelta consapevole e vantaggiosa un'ottima opportunità consiste nel mettere le tariffe luce e gas più competitive a confronto, così da selezionare velocemente la soluzione ideale.

A seconda delle personali richieste, ciascuno può optare per una tariffa monoraria o bioraria e scegliere il Mercato Libero o il servizio di Maggior Tutela. Una volta effettuate delle valutazioni su queste componenti sarà semplice comparare i prodotti Edison energia elettrica e gas con Enel Energia, Acea e gli altri principali fornitori. Tra le strategie che ci consentono di contenere i costi, inoltre, troviamo le fonti di energia rinnovabile. Solare ed eolico sono le più diffuse, tuttavia di recente, una stratup britannica ha scelto di puntare sull'energia cinetica.

La cultura dell'energia green è stata accolta molto favorevolmente in Italia, anche grazie alle favorevoli caratteristiche geomorfologiche del territorio. Privati ed istituzioni hanno scelto di istallare impianti fotovoltaici e, di questo passo, i cittadini europei si apprestano a diventare sempre più produttori piuttosto che consumatori di energia.

Il progetto Pavegen System va proprio in questa direzione: sfruttare il movimento dei pedoni per creare ed immagazzinare energia cinetica utile a ricaricare smartphone, tablet, illuminare le strade, la segnaletica e così via. Non solo si tratta di una tecnologia innovativa per la produzione di energia elettrica ma è anche un'ottima strategia per rendere questi consumi del tutto puliti e sostenibili.

Le piastrelle Pavegen sono fatte di gomma ottenuta per mezzo del riciclo, si tratta di un materiale estremamente versatile ed utile ad essere utilizzato su marciapiedi, piste di atletica, campi sportivi e strade percorribili da auto e mezzi di trasporto pubblici.

Ad oggi tale tecnologia è sfruttata in ben 20 Paesi al mondo ma numerose sono le applicazioni in cui si è avuto modo di sfruttare tale sistema di produzione dell'energia tra cui le Olimpiadi di Londra 2012, lo stadio di Rio De Janeiro in Brasile ed altre occasioni d'utilizzo a Sidney, Melbourne, San Francisco.