Le spese che una famiglia deve sostenere ogni mese sono davvero tante e spesso la bolletta della luce desta non poche preoccupazioni. Risparmiare è possibile, se si scelgono le tariffe per l'energia elettrica più vantaggiose, ma anche più adatte al proprio stile di vita.

Decidere se sottoscrivere una delle offerte di Edison oppure una delle proposte di Ilumia o Sorgenia, però, è solo il primo passo verso il risparmio. Di fondamentale importanza sarà anche regolare i propri consumi, evitando gli sprechi. Per risparmiare sulla bolletta della luce, in particolare, sarà necessario ottimizzare le prestazioni degli elettrodomestici, i veri energivori della casa.

In particolare, in questo articolo vogliamo parlare di come si può utilizzare al meglio la lavatrice, tra gli elettrodomestici più diffusi nelle case degli italiani e sicuramente tra i più indispensabili. Senza ombra di dubbio il momento fondamentale è la scelta della lavatrice: si deve quindi leggere con attenzione la scheda tecnica dell'elettrodomestico, nella quale è indicata la classe energetica (dalla A+++, la migliore, alla D), ma anche i consumi, l'impatto ambientale e la capacità.

Veniamo ora all'utilizzo vero e proprio: i lavaggi troppo caldi devono essere evitati, se non in casi realmente necessari. La maggior parte dell'energia consumata dalla lavatrice, infatti, viene utilizzata proprio per scaldare l'acqua. Inoltre, nel caso in cui si abbia installato un impianto fotovoltaico, si può acquistare una lavatrice che utilizza direttamente l'acqua già scaldata da queste fonti di energia sostenibile.

Seguendo questi consigli si può realizzare un risparmio non trascurabile. Ad esempio, le lavatrici di classe energetica alta consumano il 35% in meno di energia, il 47% in meno di detersivo e il 50% in meno d'acqua di quelle di classe più bassa. Inoltre, lavando il bucato a 60 gradi invece che a 90, si risparmierà il 30% di energia elettrica.

Un altro utile accorgimento è far partire la lavatrice solo a carico pieno e preferibilmente di notte, quando si paga di meno per l'energia elettrica consumata. Inoltre, è bene evitate il prelavaggio, perché, oltre ad essere poco efficacie, comporta un notevole consumo di acqua ed energia.