Nonostante le innovazioni e la ricerca delle grandi aziende del settore dell'energia, che influiscono positivamente sui prezzi e permettono ai clienti di scegliere tra le offerte di Enel, Illumia, Acea e altri, non bisogna ugualmente sottovalutare quelle che al momento sono giovani imprese che però portano idee molto interessanti e innovative e soprattutto molto ecologiche.

Risparmiare sul costo dell'elettricità implica non solo la scelta delle tariffe più economiche, ma anche una razionalizzazione dei consumi e affidarsi a nuove tecnologie. Un magnifico esempio è la Solis, azienda abruzzese specializzata nella produzione di energia elettrica grazie al fotovoltaico. L'impresa ha infatti inaugurato nella Val di Sangro, in Abruzzo, il primo polo logistico del freddo alimentato da un impianto fotovoltaico. Con questo obiettivo l'azienda ha iniziato a progettare celle frigorifere ad energia solare per la conservazione di alimenti e medicine.

Tale progetto dal nome Solis GreenLog è il primo polo logistico del suo genere. La Solis ha iniziato questo progetto partendo dalla Val di Sagro, nella provincia di Chieti. Questa zona di riserve naturali è anche sede di un distretto industriale che è stato tramortito dalla crisi. Così la Solis ha deciso di acquistare circa 38mila metri quadrati di terreno abbandonato negli anni Novanta e diventato nel tempo una discarica abusiva a cielo aperto, ha bonificato e smantellato l'eternit e l'amianto presenti per conto proprio.

Grazie alla Solis sorge un impianto di celle frigo che, attraverso i pannelli fotovoltaici, cattura il calore del sole, lo immagazzina e lo trasforma nel freddo necessario a preservare gli alimenti.

Innovazione tecnologica e ricerca hanno permesso di creare un sistema di refrigerazione e conservazione efficiente e sicuro. Come afferma Fabio Porreca, direttore tecnico e di ricerca della Solis: "Il sistema di Energy Management gestisce l'energia fotovoltaica generata di giorno e la immagazzina in sistemi di accumulo elettrico e termico. Così l'intero impianto è mosso esclusivamente da energia pulita".

La Solis ha trovato risparmiatori e clienti che hanno creduto al progetto e si è dimostrata fino ad ora una vittoria contro le banche che non hanno permesso all'azienda di accedere ad un prestito.

Il polo è stato inserito nel rapporto annuale delle Buone Pratiche dall'Ufficio Energia e Clima di Legambiente Nazionale, che ha asserito:" La Solis ha dimostrato in modo concreto che attraverso innovazione e tecnologia si può essere imprenditori sostenibili e al tempo stesso guadagnare".