Se volete risparmiare sulle tariffe dell'energia elettrica potete confrontare le offerte di Acea, Enel, Illumia o degli altri operatori sul libero mercato. Grazie agli ecobonus 2014, però, è anche possibile ottenere detrazioni fiscali al 50% per installare un impianto fotovoltaico e tagliare completamente la bolletta dell'energia. Per gestire al meglio il vostro impianto, però, è bene scegliete un inverter dalla buona potenza e dalla lunga durata nel tempo. Ecco alcuni consigli in merito.

Ci sono diversi modi per risparmiare sulle tariffe di energia e sicuramente la scelta di un'offerta conveniente sul libero mercato può aiutare a tagliare la bolletta. Nulla però può far risparmiare di più se non un impianto fotovoltaico per produrre l'elettricità per conto proprio. L'energia solare, però, non potrebbe diventare elettricità senza l'inverter, un piccolo apparecchio che permette di trasformare la corrente continua in corrente alternata, adeguata in sostanza per accendere la luce.

Ma come scegliere l'inverter migliore per un impianto fotovoltaico? Innanzitutto è bene sapere di cosa si ha bisogno per poi acquistare il prodotto più adatto alle proprie esigenze. Le differenze fra inverter consistono principalmente nel tipo di impianto fotovoltaico installato. Se abbiamo un fotovoltaico "stand alone" (ovvero non connesso alla rete elettrica), infatti, avremo bisogno di un inverter in grado di lavorare anche con l'accumulo di energia e quindi dovranno essere insensibili alle variazioni di carico e dovranno avere un basso autoconsumo interno.

Nel caso in cui abbiamo invece un fotovoltaico allacciato alla rete elettrica come prima cosa dobbiamo guardare alla potenza dell'inverter e quindi all'efficienza di conversione anche in condizioni d'esercizio critiche. Inoltre, essendo connessi alla rete, è bene che questi apparecchi siano in grado di rilevare anomalie e quindi siano in grado di isolarsi. Ancora meglio se l'impianto fotovoltaico che abbiamo installato può essere controllato da remoto così da accorgersi di eventuali interruzioni di corrente.

Infine, consigliamo di non badare tanto al prezzo per l'inverter perché è meglio avere un apparecchio che dura quanto la vita di un impianto fotovoltaico piuttosto che doverlo sostituire di continuo. Inoltre, se l'inverter dà dei problemi potrebbe compromettere la convenienza dell'intero investimento.