Risparmiare sulla bolletta della luce è sicuramente una delle esigenze più sentite dai consumatori italiani: ecco perché è importante capire quali sono le tariffe per l'energia elettrica più vantaggiose e adatte alle proprie esigenze tra quelle proposte da Illumia, Enel, Sorgenia e così via.

Risparmiare sul costo dell'energia elettrica, tuttavia, non significa solo scegliere la tariffa più giusta per noi, ma anche ottimizzare i consumi così da evitare sprechi ed eccessi. Una razionalizzazione dei consumi può iniziare sin dall'utilizzo degli elettrodomestici più comuni.

Il frigorifero è l'elettrodomestico che non può assolutamente mancare nelle nostre case. D'estate, poi, la sua sola presenza serve a rianimarci. Come il nostro più caro amico, il frigorifero va trattato bene e con dovuto rispetto. Altrimenti, oltre a rimetterci la nostra salute, ci rimette anche il nostro portafogli.

Abitudine tanto frequente quanto assolutamente sbagliata è quella di dimenticare "per caso" il portellone del frigorifero aperto. Non importa se per pochi minuti: il calore esterno non ci metterà molto ad entrare e ad obbligare l'amico frigo a lavorare di più. Più lavora, più la bolletta si impenna. Il frigorifero è costretto a far più fatica anche se è sovraccaricato di alimenti che potrebbero benissimo essere conservati anche a temperatura ambiente, o quando sbadatamente o frettolosamente riponiamo su un ripiano la pasta appena tolta dalla pentola.

Questo movimento, poi, del braccio che dal fornello passa al piatto che passa al frigorifero, è estremamente frequente e dannoso per alimenti freschi come formaggi e latte: soggetti a uno sbalzo termico improvviso rischiano di andare a male, di emanare cattivo odore e di contagiare con muffe altri alimenti. Se poi vengono dimenticati in frigorifero, il danno si amplifica.

Per evitare spiacevoli danni e inconvenienti, è opportuno stare a poche e semplici regole:

Innanzitutto, se possiedi un vecchio frigo classe C, forse è tempo di cambiarlo. Un frigorifero classe A++ o A+++ è in grado di far risparmiare 1.000 euro in dieci anni. Per risparmiare energia, inoltre, conviene scegliere un apparecchio combinato (Frigorifero+congelatore) a doppio compressore. Inoltre, esso permette di ottimizzare le prestazioni alle diverse temperature e la semplificazione della pulizia. La novità intelligente è che, in casi di assenza prolungata come nel periodo estivo, si può spegnere il frigorifero e lasciare acceso il congelatore, risparmiando certamente denaro.

Posizionare il frigorifero lontano da fonti di calore e lontano almeno 10 cm dal muro è un'ottima soluzione per il suo corretto funzionamento dell'apparecchio e per il mantenimento degli alimenti. Inoltre, nel caso abbiate una famiglia poco numerosa, non è necessario comprare un frigorifero eccessivamente grande: si sprecherebbe solo tempo ed energia.

La temperatura interna deve essere regolata in base alla stagione. È inutile e dispendioso ridurre in modo drastico i gradi in estate. La temperatura interna ottimale si aggira tra i 4 e i 6° per il frigo, -18 e -15° per il freezer. Il modo migliore per non farla variare è evitare di aprire e chiudere il frigorifero in continuazione.

Non bisogna sottovalutare la manutenzione. Per garantire il funzionamento corretto del frigorifero è necessario pulire la serpentina periodicamente, sbrinare il congelatore quando necessario. Le istruzioni allegate all'apparecchio dovrebbero essere più che esemplificative.

Ogni alimento andrebbe riposto sul piano specifico, che ha una sua temperatura specifica. Il ripiano più basso è quello più freddo, quindi lì andranno collocati carne e pesce, frutta e verdura; latte, uova e formaggi andranno posizionati al centro. Il latte, volendo, può essere riposto nei vani laterali. Durante l'estate la frutta poco matura può anche essere riposta fuori dal frigorifero.

Controllare la scadenza dei prodotti, non sovraccaricare il frigorifero con quegli alimenti inutili che probabilmente si andranno a buttare, sono accorgimenti che non possono far altro che contribuire all'ottima manutenzione del prodotto e alla salvaguardia dell'ambiente, oltre che un risparmio notevole.