La consapevolezza che rispettare l'ambiente e tutelarlo è molto più che un semplice dovere è sempre più diffusa tra i consumatori, che cominciano ad adeguare su questi valori le loro scelte. L'esigenza di risparmiare sulle tariffe dell'energia elettrica è sempre sentita, ma i consumatori ormai sanno che fare scelte ecosostenibili non pregiudica in nessun modo il risparmio.

Sono sempre di più infatti gli operatori del settore, da Illumia a Enel, che offrono tariffe vantaggiose che prevedono la fornitura di energia esclusivamente proveniente da fonti rinnovabili. Inoltre, cresce esponenzialmente il numero di consumatori che decidono di investire nelle rinnovabili, magari installando un impianto fotovoltaico domestico.

Da questo punto di vista, poi, la tecnologia fa passi da gigante. L'ultimo nato in questo settore è Megaris (Micro Electric Generator from Alternative Renewable energy Innovative Stirling engine) e si tratta di un innovativo sistema in grado di produrre energia elettrica ed energia termica sfruttando solo fonti di energia pulizia, ossia le biomasse e il sole, mediante un motore ad aria.

Megaris è un'invenzione tutta italiana, nata dalla collaborazione tra l'università del Sannio, Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e società Aerosoft. Per ora si tratta solo di un prototipo, in grado di produrre energia per un condominio composto da quattro appartamenti, ma può essere adattato anche per edifici più grandi.

Megaris, inoltre, è in grado di autosostenersi, perché auto-genera l'energia elettrica necessaria per il suo funzionamento. Nel settore della cogenerazione ''è il primo progetto - spiega Gaetano Continillo, responsabile del progetto per l'università del Sannio - che unisce tre elementi: un combustore a letto fluido per le biomasse (costituito da sabbia sospesa da un flusso d'aria che ha la funzione di immagazzinare calore e distribuirlo al sistema), uno specchio parabolico per concentrare l'energia solare e un motore ad aria Stirling che genera energia dallo scambio termico''.

Il fatto di essere autonomo rende Megaris adatto all'utilizzo sia nelle zone rurali, dove sfrutterebbe perlopiù le biomasse, sia nelle città, dove invece sfrutterebbe maggiormente l'energia solare.