Se ci chiediamo come risparmiare sulla bolletta della luce possiamo fare una rapida ricerca su internet e trovare un sacco di utili consigli. Tuttavia, molti articoli riportano il solito predicozzo per invitare le famiglie a spegnere le luci o gli elettrodomestici. In verità le mosse fondamentali per ottenere un vero risparmio sono 5 che vanno dal confronto delle tariffe di Enel con quelle degli altri operatori, allo sfruttamento del bonus per l'energia elettrica. Prendete nota!

L'Osservatorio SuperMoney, portale online che permette di trovare le tariffe dell'energia elettrica più convenienti, ha dunque elencato queste 5 mosse che permettono di risparmiare sulla bolletta della luce. La prima mossa, come anticipato, è il confronto delle offerte sul libero mercato. Scegliere un operatore fra Enel, E.On o Edison, per fare degli esempi, può far risparmiare in media l'8% sulla bolletta rispetto al servizio di maggior tutela.

Mettendo a confronto le tariffe di questi operatori privati con il servizio di maggior tutela, infatti, appare evidente come le prime siano le più convenienti. In media, la tariffa di maggior tutela costa 523,60 euro (per una famiglia di 3-4 persone), mentre le offerte di Enel, E.On ed Edison hanno prezzi che vanno dai 480 ai 486 euro.

Il secondo passo fondamentale per il risparmio sulla bolletta della luce è, invece, l'attivazione di una tariffa sul web. La sottoscrizione e la gestione di un'offerta online, infatti, permette di risparmiare fino a 100 euro all'anno e di evitare le lunghe e noiose code agli sportelli. Il pagamento delle bollette, poi, si potrà fare comodamente da casa tramite RID bancario, carta di credito o anche con l'app mobile.

La terza cosa importante a cui pensare è se il costo della bolletta sia corrispondente ai consumi reali o a quelli stimati. Se siamo nuovi clienti, infatti, è possibile che ci venga addebitato un prezzo per i consumi stimati, ma questo procedimento deve avvenire con regole chiare e per un determinato periodo di tempo. Successivamente è bene contattare l'operatore per chiedere una verifica sulla lettura del contatore. In caso di errori di fatturazione è possibile ottenere un rimborso e far calcolare i consumi in modo veritiero.

La quarta mossa individuata dall'Osservatorio SuperMoney per risparmiare sulla bolletta della luce è utilizzare elettrodomestici ad alta efficienza energetica (di classe A+ o superiore). Questi elettrodomestici, infatti, offrono ottime prestazioni e consumano meno energia rispetto a quelli tradizionali. Se state anche ristrutturando casa, grazie alle detrazioni fiscali e agli ecobonus, è possibile acquistare nuovi elettrodomestici e recuperare il 50% della spesa.

Il quinto e ultimo consiglio di questa guida per il risparmio in bolletta è quello di sfruttare il cosiddetto bonus luce che permette alle famiglie in difficoltà di avere importanti sconti sulle tariffe. Il bonus luce è un contributo che l'Aeeg (l'Autorità per l'energia elettrica e il gas) destina agli utenti a basso reddito (con ISEE inferiore a 7.500 euro) e le famiglie numerose (con ISEE inferiore a 20 mila euro).