Sono molte le richieste di aiuto di quei consumatori che si sentono oppressi dalle forti spese della bolletta dell'energia elettrica: il desiderio di risparmiare però si può realizzare attraverso l'uso di portali di confronto come SuperMoney, che consentono per esempio di comparare i prodotti Eni luce con le tariffe energia di altri operatori e sceglierne una soddisfacente.

La sempre più frequente tendenza alla personalizzazione della tariffa permette ai vari operatori di suggerire offerte vantaggiose per l'energia elettrica: una disponibilità da sfruttare appieno applicando anche qualche buon consiglio che vi consentirà di salvare qualche euro senza per questo rinunciare all'energia. Ecco allora, per "illuminarvi", una miniguida delle abitudini virtuose per tagliare i costi dell'energia elettrica in bolletta.

Se non state usando alcuni apparecchi, spegneteli: la tv in stand by, il caricabatterie inserito nella presa senza il cellulare attaccato, o ancora lavastoviglie e lavatrice avviate non a pieno carico…Insomma, anche pochi accorgimenti possono aiutarvi a ridurre i consumi, sprecare meno energia e ridurre il costo della bolletta.

Sostituite le lampadine a incandescenza (ci sarà un motivo se sono fuori commercio!) con quelle a led o a basso consumo, che, oltre a durare più a lungo, vi faranno risparmiare oltre il 70% di energia.

Scegliete elettrodomestici ad alta efficienza, capaci di ridurre i consumi. Osservando l'etichetta troverete lettere da A (+ efficienza) a G (-efficienza). Ormai le classi A o superiori (A+, A++) sono rese disponibili anche a prezzi vantaggiosi dai produttori in tutti i rivenditori, quindi è facile per voi decidere quale fa al caso vostro.

Sempre guardando alle proprie esigenze, ecco un altro consiglio da applicare quando si sceglie la tariffa di energia elettrica: non tutti consumiamo la stessa quantità di energia, dato che le abitudini di vita di ognuno sono differenti. Se si passa la maggior parte del tempo fuori casa e si usa energia solamente la sera e nel weekend, allora converrà puntare su una tariffa bioraria, lasciando la tariffa monoraria a chi vive la propria casa ogni ora in modo uniforme.

Altra decisione da prendere sarà quella di scegliere tra mercato libero o servizio di Maggior Tutela: col servizio di Maggior Tutela, si avrà una tariffa bioraria unica in tutta Italia, aggiornata in base a vari parametri ogni tre mesi e con prezzi fissati dall'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas (Aeeg). Nel mercato libero invece spesso si può risparmiare di più: esistono tariffe che bloccano il costo dell'energia elettrica per un dato periodo, tutelandovi da aumenti improvvisi dettati dall'Aeeg.