C'é un assurdo nel risparmio energetico italiano, che scaturisce da una ricerca fatta dal sito SosTariffe il quale mette in evidenza che una famiglia media italiana può risparmiare ogni anno ben 300 euro tra buoni benzina, programmi di fidelizzazione, sconti e nuove tariffe che il nuovo mercato libero offre.

Sconti maggiori sulle bollette: i migliori sconti sulle bollette, secondo questa ricerca, arrivano dalle convenzioni che vengono attivate gratuitamente per ottenere sconti da altre aziende. Questo, se associato ad una tariffa più bassa, riesce a far risparmiare al consumatore cifre interessanti.

Fare benzina sempre dallo stesso distributore: queste opportunità si hanno con le carte sconto, opportunità che però cercano di fidelizzare il consumatore a delle catene commerciali, che possono comprendere anche dei determinati distributori di carburante. In questo caso quindi il consumatore, se vorrà risparmiare, sarà obbligato a spendere una certa somma di danaro in un circolo chiuso di centri commerciali, punti vendita, distributori segnalati in questo contratto.

Attivazione di assicurazioni: un'altra possibilità di risparmio è data dall'attivazione di assicurazioni che possono coprire il rischio perdita di lavoro oppure rischi più piccoli come guasti in casa o altri inconvenienti domestici. In questo caso, il risparmio può arrivare fino a 100 euro all'anno. Altri 40 euro all'anno si possono invece risparmiare facendo un contratto di fornitura elettrica condizionato dal fatto di usare lampadine a basso consumo

Conviene? Secondo questo studio sì, a patto che si riesca a spendere una bella cifra.