L'Agenzia delle Entrate, in base a quanto stabilito dalla legge di stabilità 2014, ha pubblicato una guida in cui precisa tempi e modalità per la richiesta di detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

Ecco di seguito un breve vademecum. La detrazione si applica nella misura del:

  • 65% se la spesa è sostenuta nel periodo compreso tra il 6 giugno 2013 ed il 30 giugno 2015;
  • 50% per le spese che saranno effettuate dal 1° luglio 2015 al 30 giugno 2016;
  • dal primo gennaio 2016 (per i condomini dal 1° luglio 2016) l'agevolazione sarà del 36% prevista per le spese di ristrutturazione edilizia.

Tipi di intervento per i quali si può chiedere la detrazione:

  • in particolare per la riduzione del fabbisogno energetico per il miglioramento termico dell'edificio (coibentazioni - pavimenti - finestre, comprensive d'infissi);
  • l'installazione di pannelli solari, caldaie);
  • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernali.

Le detrazioni per cui si può richiedere il rimborso:

  • per la riqualificazione di edifici esistenti, max 100 mila euro:
  • per gli infissi, le finestre etc, max 60 mila euro;
  • per i pannelli solari, max 60 mila euro;
  • per gli impianti di climatizzazione invernali, max 30 mila euro.
Dall'Agenzia delle Entrate viene anche precisato che la condizione indispensabile per fruire della detrazione è che gli interventi siano eseguiti su unità immobiliari o su parti di edifici esistenti, di qualunque categoria catastale, anche se rurali, compresi quelli per l'attività d'impresa o professionale, già dotati di impianti.