Il risparmio è qualcosa a cui aneliamo tutti. Con la crisi poi, praticarlo diventa praticamente "necessario". Ecco alcuni metodi salva-euro

No allo standby:

Anche se può sembrare un consumo irrisorio, gli elettrodomestici lasciati in standby incidono sulle nostre tasche. Quando non li utilizzate, staccateli dalla presa di corrente (la notte per esempio). Si potrà risparmiare una media che va dai 30 ai 50 € su ogni bolletta.

Elettrodomestici:

Si possono risparmiare centinaia di euro in un anno solo facendo attenzione a non utilizzare indiscriminatamente gli elettrodomestici di uso comune. Ad esempio, far lavorare la lavatrice a basse temperature, evitare di usare robot da cucina quando il lavoro può esser fatto a mano, non attivare la lavastoviglie con pochi pezzi dentro, possono tutti essere mezzi per risparmiare energia e denaro. Regola imperativa tra tutte: usare un solo elettrodomestico per volta.

Fasce orarie:

Per quanto riguarda il consumo di energia elettrica, molti contratti prevedono tariffe più elevate nelle ore del giorno considerate "di punta", e cali tariffari in orari con meno preferenza (come la notte). Analizzando il proprio contratto si può scegliere un criterio di utilizzo degli elettrodomestici scegliendo gli orari a basso consumo. Anche in questo caso i costi delle bollette caleranno sensibilmente.

Lampadine a basso consumo:

Se in casa si usufruisce ancora delle lampadine tradizionali, sarebbe opportuno provvedere alla loro sostituzione. Scegliete quelle a basso consumo energetico. Sulla bolletta fanno la differenza. Stesso discorso vale per i faretti alogeni. Scegliete quelli a LED. Questi accessori esistono in numerose varianti per quanto riguarda dimensioni, forme, colori . Non avrete problemi a trovare ciò che vi piace di più, e quel che vi piacerà di più in assoluto saranno le bollette meno salate!