Ecobonus 2014 e detrazioni fiscali per ristrutturazioni ed elettrodomestici: la legge di stabilità è entrata in vigore ieri e il testo è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Con essa è adesso ufficiale l'ampiamente anticipata proroga dell'ecobonus al 2014 con detrazioni fiscali al 65%, e al contempo la proroga fino al 31 dicembre 2014 sulle detrazioni fiscali per ristrutturazioni ed elettrodomestici al 50%.

Legge di stabilità in vigore, quindi, e la conferma dell'ecobonus nel 2014 rappresenta una delle misure più importanti (a detta di numerosi esperti). Il successo delle detrazioni fiscali su risparmio energetico, ristrutturazioni e bonus mobili nel 2013 ha spinto con determinazione alla riproposizione nell'anno appena iniziato delle agevolazioni fiscali del 2013. Ricordiamo che è importante conoscere quali spese sono ammissibili per una detrazione o per l'altra, dato che in alcuni casi può accadere che un lavoro rientri tanto nelle detrazioni fiscali al 50% quanto in quelle al 65%: è caldamente consigliato quindi consultare con attenzione le chiare e dettagliate guide ufficiali dell'agenzia delle entrate.

Ricordiamo inoltre che le detrazioni fiscali sugli elettrodomestici rientrano nel cosiddetto bonus mobili: arredamento ed elettrodomestici di classe energetica A+ o superiore (A o superiore per i forni) possono rientrare nelle agevolazioni fiscali, di conseguenza, quando vi sono dei lavori di ristrutturazione collegati.

Con l'entrata in vigore della legge di stabilità e la proroga dell'ecobonus 2014 e delle altre detrazioni fiscali si chiude quindi la prima finestra per la possibile stabilizzazione dell'ecobonus fino al 2020 (le agevolazioni andranno a scendere progressivamente dal prossimo anno). Tuttavia resta un certo ottimismo per la stabilizzazione di tali incentivi nel corso del 2014.