Con la Legge n. 147/2013 sono stati prorogati gli interventi destinati alla riqualificazione degli immobili. L'agevolazione è stata determinata in base a diverse tipologie di bonus, stabilendo così una detrazione del 65% per tutte le spese sostenute dal 6 giugno 2013; nel 2015, la detrazione scenderà invece al 50% , per ripristinarsi al 36% nel 2016.

L'Agenzia delle Entrate ha comunque ritenuto di dover intervenire con una circolare interpretativa per specificare alcune questioni poco chiare, relative all'applicazione delle detrazioni.

Così, con la circolare n. 29/E, ha precisato che l'art. 14 del decreto legge n. 63/2013, ha solo prorogato la possibilità di usufruire delle detrazioni, ma non ha anche modificato l'impianto delle disposizioni sugli interventi di efficienza energetica. Pertanto, gli interventi per cui è possibile usufruire delle detrazioni sono sempre quelli contenuti nell'art. 1, co. 344 e ss. della Legge 296/2006, ovvero le seguenti tipologie di intervento:

  1. quelli di riqualificazione energetica di immobili già esistenti: qualsiasi tipo di intervento o più interventi purché finalizzati alla riduzione di energia elettrica;
  2. quelli su edifici già esistenti finalizzati alla sostituzione di nuovi infissi, coperture e pavimentazione, quindi sempre interventi legati alla ristrutturazione di un immobile;
  3. applicazione di pannelli solari finalizzati alla produzione per uso domestico o industriale di acqua calda;
  4. installazione di moderni impianti di climatizzazione.

Un'altra importante precisazione della circolare riguarda le detrazioni applicabili per l'acquisto di mobili, chiarendo che il bonus sugli elettrodomestici deve necessariamente essere legato alla ristrutturazione, ed inoltre gli interventi di ristrutturazione degli immobili non devono essere di poco rilevanti, ma decisamente significativi come stabilisce la Circolare 29 del 2013.

Per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici (classe energetica A+) la detrazione è del 50%; per gli interventi di riqualificazione energetica, come detto sopra del 65% fino a tutto il 2014, 50% nel 2015 e 36% nel 2016. Inoltre, per il bonus ristrutturazioni la detrazione è del 50% per l'anno corrente, scende al 40% nel 2015 e passerà al 36% nel 2016.