Energia elettrica prodotta da una caldaia alimentata a pellet: è quello che è stato realizzato dall'azienda austriaca OkoFEN che ha poi deciso di sperimentare l'invenzione nel nostro paese, più precisamente in Valle d'Aosta. La novità, denominata OkoFEN_e, ha consentito alla ditta produttrice di aggiudicarsi il premio austriaco per la tecnologia ambientale e promette di rappresentare un'importante innovazione quando sarà entrata a pieno regime nel mercato del settore.

Per sperimentare la nuova caldaia produttrice di energia elettrica è stato scelto il comune di Avise, situato in provincia di Aosta, dove una casa di 270 m² verrà riscaldata proprio da questo impianto che contemporaneamente produrrà elettricità. L'edificio della cittadina aostana già in precedenza veniva riscaldato a legna ma le sue grandi dimensioni necessitavano di un enorme quantitativo di energia e per questo motivo le pareti erano state coibentate per limitare la dispersione del calore.

Tuttavia la vecchia caldaia a legna è stata per il momento accantonata e il futuro vedrà il riscaldamento garantito da questo nuovo impianto alimentato da pellet prodotti esclusivamente in ambito locale. Il nuovo sistema produrrà 1 chilowatt di elettricità ogni 14 chilowatt di energia termica consentendo di effettuare un lavaggio di lavatrice per ogni ora di funzionamento.

La scelta della Valle d'Aosta come sede per sperimentare la nuova tecnologia non è stata casuale dal momento che la regione ha uno statuto speciale e di conseguenza deve provvedere in maniera autonoma all'approvvigionamento di energia elettrica. Sempre a questo proposito i proprietari dell'abitazione, parallelamente alla nuova caldaia, hanno costruito una centrale idroelettrica che può erogare una potenza di 7,5 Kilowatt e che abbinata al nuovo impianto può garantire il fabbisogno di elettricità dell'intero anno solare.